Mario Tozzi in tv dopo ogni disastro: "Non ne posso più, mi fanno sempre le stesse domande"

Curiosa confessione di Mario Tozzi, che ammette di essere stufo del ruolo di commentatore all'indomani dei disastri idrogeologici: "Non ne posso francamente più, sempre le stesse domande"

Chiamato in causa dopo un terremoto, una frana o un’alluvione. Mario Tozzi c’è sempre ogni volta che la televisione è chiamata a raccontare dissesti idrogeologici e calamità naturali.

Un ruolo di commentatore di cui il geologo comincia ad essere stufo. “Non ne posso francamente più – ammette il divulgatore scientifico a Tv Talk - sono veramente distrutto da questa cosa. E’ ancora peggio di quello che pensate”.

Attualmente in onda su Raitre con Sapiens, Tozzi entra nel dettaglio e racconta il fastidio nel dover rispondere ai soliti quesiti, che rispuntano ciclicamente.

Le domande sono sempre le stesse, in particolare dopo il terremoto. Ma non si poteva prevedere? No. Sono trent’anni che lo diciamo, evidentemente abbiamo sbagliato qualcosa”.
  • shares
  • Mail