Chi vuol essere milionario?, Gerry Scotti in lacrime dopo aver aiutato un concorrente

Gerry Scotti non era sicuro della risposta suggerita al concorrente.

Il Chiedilo a Gerry, il nuovo aiuto a disposizione dei concorrenti dell'edizione del ventennale di Chi vuol essere milionario?, ha rischiato di far prendere un colpo a Gerry Scotti, nel corso della puntata andata in onda su Canale 5, giovedì 14 marzo 2019, in prima serata.

Il conduttore pavese, infatti, ha dovuto aiutare il concorrente di turno, un ragazzo di nome Luca, su una domanda dal valore di 15mila euro, suggerendo, alla fine del ragionamento, una risposta sulla quale non era del tutto sicuro.

Dopo aver acceso la risposta e dopo il responso positivo, Gerry Scotti, oltre al sospiro di sollievo, ha tirato giù anche qualche lacrima per la tensione accumulata.

La domanda alla quale Luca ha dovuto rispondere è stata la seguente: "'Nunc et in hora mortis nostrae. Amen. La recita quotidiana del Rosario era finita': è l’incipit di quale famoso romanzo?".

Il ragionamento di Luca l'ha inizialmente portato verso la risposta C (Il nome della rosa): le altre opzioni erano I Malavoglia, Il Gattopardo e Angeli e Demoni.

Gerry Scotti, però, con il suo suggerimento, ha indirizzato il concorrente verso la risposta B (Il Gattopardo). Poco prima, il conduttore aveva quasi palesemente chiesto al concorrente di non usare il Chiedilo a Gerry:

Mi hanno sempre chiamato sulle ricette, sul Milan! Ho una mezza idea, ma solo mezza... Altrimenti, ti avrei guardato con uno sguardo più interessato. Ho paura! Per la prima volta in 12 puntate, sono in gravissima difficoltà.

Alla fine, Scotti ha citato una scena dell'omonimo film di Luchino Visconti: Luca, quindi, ha acceso la risposta B.

Dopo il responso positivo, come già anticipato, sono arrivate le lacrime del conduttore che, poco prima, aveva avvertito il ragazzo:

Se sbagli, non è colpa mia. Non avermene...

  • shares
  • Mail