David Fincher si dà alla tv con House of Cards

Anche David Fincher dopo il cinema si dà alla tv e sceglie di riprendere la serie tv House of cards. Il produttore è Media Rights Capital. Il thriller politico è stato scritto da Michael Dobbs, ex capo dello staff del partito conservatore e le vicende si svolgono durante il periodo del Governo Thatcher. Star indiscussa

di marina

Anche David Fincher dopo il cinema si dà alla tv e sceglie di riprendere la serie tv House of cards. Il produttore è Media Rights Capital. Il thriller politico è stato scritto da Michael Dobbs, ex capo dello staff del partito conservatore e le vicende si svolgono durante il periodo del Governo Thatcher. Star indiscussa della versione inglese che fu mandata in onda nel 1990, dalla BBC, fu Ian Richardson. Con MRC Studios parteciperà in qualità di produttore esecutivo anche Josh Donen (“Spider-Man 4”).

Leggo dal sito Hollywood reporter:

La versione di MRC e di Fincher sarà modellata sulla realtà americana ma terrà fede al succo della serie che era la sfrenata ambizione politica e Fincher è certo di portare un indelebile contributo che sarà il prosieguo americano della serie che nacque in U.K.

Fincher è il regista de Il curioso caso di Benjamin Button, Seven, Panic Room, Fight Club e Zodiac e non è il primo caso di un regista cinematografico prestato alle serie televisive. Ne parlavamo qualche tempo fa a proposito di Steven Spielberg e del suo progetto con la TNT o Ridley Scott produttore di Numb3rs. Per ora non è stata decisa ancora la distribuzione e si sa solo che le emittenti televisive sono pregate di farsi avanti per l’acquisto.

Dopo il salto uno spezzone originale di House of Cards.

Ultime notizie su House of Cards

House of Cards è un political thriller sviluppato da Beau Willimon, adattamento dell'omonima miniserie BBC, basata sui romanzi di Michael Dobbs, che Netflix trasmette in streaming dal primo febbraio 2013.

Tutto su House of Cards →