Raidue censura The Wolf of Wall Street. Niente scene di sesso e droga in prima serata

Proteste del pubblico per la decisione di Raidue di trasmettere mercoledì in prima serata una versione censurata di The Wolf of Wall Street. Tagliate tutte le scene di sesso e droga. Poche settimane fa la rete di Freccero aveva trasmesso integralmente Ultimo Tango a Parigi

Con l’attenzione tutta rivolta al Festival di Sanremo, è passata inosservata la censura subita mercoledì sera da The Wolf of Wall Street, il capolavoro di Martin Scorsese riproposto in prima serata da Raidue.

A dire il vero ad accorgersi dei tagli sono stati i quasi 800 mila spettatori imbufaliti per la decisione della rete di mandare in onda una pellicola totalmente stravolta che, a detta del pubblico, ha reso incomprensibile un racconto che vede al centro la vita scatenata del broker truffatore Jordan Belfort, interpretato da Leonardo DiCaprio.




Come riportano anche i colleghi di MoviePlayer, ad essere omesse sarebbero state tutte le scene di sesso e droga, andando pertanto ad incidere sulla trama.

A stupire è soprattutto il fatto che tutto ciò sia accaduto su Raidue, ossia la rete diretta da quel Carlo Freccero che poche settimane fa ci aveva messo la faccia (nel vero senso della parola) in occasione della trasmissione in prima serata della versione  integrale di Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci.

Lecito domandarsi a questo punto come mai The Wolf of Wall Street non sia stato piazzato direttamente fuori fascia protetta. Da segnalare inoltre l’anomalia riscontrata su Rai Play: cliccando sul film di Raidue, parte sì l’opera di Scorsese, ma non quella di ieri, bensì la versione da 185 minuti trasmessa tempo addietro da Rai 4.

  • shares
  • Mail