Sanremo 2019, conferenza stampa del 7 febbraio 2019: "Felici e soddisfatti per gli ascolti"

Terza conferenza stampa da Sanremo per l'edizione 2019: animi più sollevati dopo il recupero degli ascolti?

Non può che partire dagli ascolti la terza conferenza stampa di Sanremo 2019. Confortati dal calo contenuto della seconda serata, addirittura in recupero sulla prima, il Direttore De Santis e il vicedirettore Fasulo esprimono la propria soddisfazione, portando la De Santis a parlare di felicità per il risultato raggiunto.

Il resto della conferenza ha avuto come argomento principale un eventuale Baglioni Ter: il dirottatore artistico, impegnato nella missione di portare l'armonia e di presentare il più ampio spettro della musica italiana oggi, sembra più possibilista dopo le dichiarazioni più 'puntute' dei giorni scorsi.

Continuare la missione musicale nella quale si è imbarcato dallo scorso anno lo intriga, l'adrenalina del Festival è un potente attrattore, ma dice di voler tornare al suo mestiere, quello di cantante "anche per non farsi più tanti nemici" come quelli che seguono la selezione di 22 brani.

Sanremo 2019, conferenza stampa del 7 febbraio 2019


  • 12.42

    De Santis: "Ringrazio Striscia per il Tapiro. Dopo essere stata nominata Cavaliere al Merito della Repubblica per riconosciute qualità professionali, il Tapiro mi mancava".

  • 12.42

    De Santis: "Ascolti conferma il gol giovani. Il secondo giorno è stato quello del calo fisiologico, etsremante contenuti, Siamo felici. Tra gli 8 e i 14 anni il 61,5% di share, 10 punti in più rispetto all'esordio e il più alto degli ultimi 19 anni. Molto famosi tra i laureati, 51%, quindi anche il profilo del nostro Festival è molto alto. Tutta Rai 1 incrementa tutto il daytime dell'1,6%.

  • 12.45

    Fasulo: "Siamo veramente soddisfatti. DopoFestival è cresciuto e anche il PrimaFestival. Una seconda serata tra le migliori degli ultimi anni".

  • 12.48

    Ordine di uscita da Fasulo, contento di poter evitare un passaggio nel pomeriggio ma gelato dalla moderatrice che aggiunge che L'ORDINE POTREBBE CAMBIARE. Povero Fasulo.... Mahmood Enrico Nigiotti Anna Tatangelo Ultimo Francesco Renga Irama Patty Pravp Cristicchi BoomDaBash Motta The Zen Circus Nino D'Angelo e Livio Cori.

  • 12.51

    Domani Luciano Ligabue ospite con omaggio di Claudio e Ligabue a Guccini (che si starà grattando, credo). Sergio Sylvestre si aggiunge a Irama nella serata dei duetti con Biondo.

  • 12.52

    Baglioni: "Diciamo sempre che gli ascolti no interessano, ma la mattina il cuore batte forte. Sono felice che la contrazione sia minore di quella dell'anno scorso. Vuol dire che è una conferma. Cercheremo di fare sempre di più. Spero che il nostro lavoro vi dia modo di raccontare questo Moloch che è Sanremo in maniera meno superficiale, con minor attenzione al gossip e al contesto.

  • 12.54

    Secondo omaggio floreale di Baglioni a De Santis in due giorni.

  • 12.56

    La Raffaele conferma di non essersi esibita in playback.

  • 12.57

    Bisio: "La prima sera io e Virginia eravamo emozionati. Ieri ci siamo sciolti, abbiamo fatto quello che sappiamo fare e abbiamo iniziato a divertirci. Per ieri ci diamo un 7 e mezzo, va?"

  • 12.59

    Per Baglioni sul tweet di Salvini da Giordano: "Sono felice di uno spettatore così illustre per il festival di Sanremo".

  • 13.03

    Fasulo: "Per Rai 1 il fatto che i giovani siano più corposi è un dato importante"

  • 13.03

    Perché il premio a Daniele così tardi? E perché il Quartetto Cetra? C'è una fiction in programma? Fasulo: "Il festival è un mondo tv a parte. Nelle scalette facciamo scelte che in un normale programma di prime time sarebbero escluse a priori. Ci sembrava rispettoso e coerente sistemare il premio in un momento più calmo, per essere sintonizzati nell'amore per Pino Daniele. Quartetto Cetra: non ci sono progetti in cantiere sul Quartetto, né fictional né di altro tipo.

  • 13.06

    Dondoni: "E' davvero così impossibile che faccia Baglioni faccia il terzo Festival, così nelle corde di questo evento e di questa organizzazione?" De Santis: "L'ho detto ieri. Non si esclude automaticamente che il prossimo anno possa esserci Claudio. Ma è un lavoro che deve essere fatto su un progetto che consideri il 70esimo, età cui anche io mi avvicino. Quando parlo di "coralità" nulla esclude che sia un progetto di Claudio. Dateci tempo di sederci e riflettere". Baglioni: "L'idea di essere l'aggressore artistico del 70° Festival sarebbe curioso. Ogni anno l'impegno è importante perché bisogna fare meglio e diversamente. Sì, forse per una missione sulla parte musicale un po' di voglia ci potrebbe essere. E poi dopo 50 anni mi verrebbe anche di chiudere con il mio lavoro e dedicarmi a quello che mi appartiene e anche evitare di farmi altri nemici, visto che una scelta implica esclusioni".

  • 13.10

    De Santis: "Come direttore ho una responsabilità di ordine giuridico e avrei diritto di entrare nei testi per evitare nocumento all'azienda, ma io non ho mai chiesto di vedere testi e scalette non perché non mi interessasse il lavoro, ma per rispetto del lavoro degli altri".

  • 13.13

    Bisio: "Quando ho comunicato che volevo fare La Lega dell'amore ho chiesto se fosse opportuno farlo con le elezioni regionali in Abruzzo. E' una canzone del 1993 scritte dagli elii per lo spettacolo più brutto che ho fatto nella mia vita, Le nuove mirabolanti avventure di Walter Ego". Interviene la De Santis: "Abbiamo chiesto agli Affari Legali se ci fossero problemi di par condicio, per scrupolo. Non ce ne sono, quindi, abbiamo proceduto.

  • 13.17

    Baglioni: "Non capisco mai quando ti vedo in prima fila se vieni a vederci o a controllarci" dice alla De Santis. Uhm. "Ci sono, partecipo con voi e soffro con voi quando vedo qualche momento più difficile..." risponde la De Santis. Il clima è rilassato, noto.

  • 13.17

    Era giusto dire nome e cognome dei tweet degli haters, chiedono a Bisio: "Sono nomi veri, tweet veri. Smettessero di scrivere cose del genere e non li chiameremmo". Credo che abbia proprio ragione, per quanto mi riguarda.

  • 13.18

    "Nel festival dei laureati delle ragazzine": adoro la sintesi del collega Tortarolo, che poi chiede alla Raffaele se sappia far coppia sul palco dell'Ariston: "Non riesco a farla neanche nella vita, pensi un po'". Game, set, match. Per lui meglio da sola sul palco, anche se lei non si sente 'divisa' dal partner.

  • 13.20

    Tema ricorrente tra due canzoni Giovani che non hanno parole nuove per raccontare l'amore (Einar/Ultimo): "Perché i ragazzi hanno questa difficoltà a raccontare l'amore? Perché è stato raccontato già in tutti i modi al Festival?" Baglioni: "le canzoni d'amore sono le più difficili perché ne sono state scritte tante, sono fragili..."

  • 13.24

    Bisio: "Quando si riesce a far ridere in musica sono contento. Con Michelle non ci vedevamo da 13 anni, da quando lasciò Zelig. Stasera qualcosa con Virginia Raffaele: gli autori, che ringrazio perché ieri hanno fatto una scaletta perfetta, hanno pensato a qualcosa per noi...". Sta per svelarla, ma il direttore lo ferma: no spoiler.

  • 13.27

    Bisio: "Vorrei portare armonia col sorriso, come fa Claudio Baglioni con la musica... E legge un tweet arrivato da Antonio: "Nooo, un comico non può portare i fiori. Scusa ma ti stimo troppo...": la stasera la darà stasera sul palco.

  • 13.28

    Fasulo: "Tutto quello che vediamo prima della messa in onda va in onda esattamente com'era...". Insomma, nessun intervento correttivo o censorio.

  • 13.30

    Baglioni: "Non c'è retropensiero. C'è solo l'affetto che sto provando dall'anno scorso con tutta la squadra che lo realizza. Per quanto lo si possa prepare per tempo, c'è sempre qualcosa che poi cambia: ognuno è accompagnato un po' da una corte dei miracoli che cambia cose.. il manager, il truccatore. L'adrenalina del festival è una droga affascinante, sconosciuto, provata in dosi minori ai live e continuo a provare cose. E poi ci si sente in condizioni di utilità che dà risposte. Al momento lo escludo, ho ancora un lavoro nella vita e mirerei a continuarlo.

  • 13.33

    Virginia spiega, su domanda, dell'abito Emé, pensato per sprofondare, durante l'esibizione sull'Habanera. Con Bisio non avevamo mai lavorato nsieme: siamo al servizio del Festival, dove c'è più spazio cerchiamo di divertire... E' così bello esserci e quando ti chiedono di esserci sai che fai meno spettacolo, ma è talmente un onore esserci...". Bisio: "Tutti stimano Virginia per le sue parodie, ma vi invito a guardare i suoi sketch con Lillo e Greg... ci stiamo conoscendo tutti".

  • 13.36

    Confermato in chiusura di conferenza l'ordine di uscita dei cantanti stasera.

 

La seconda serata di Sanremo 2019 ha retto sul fronte ascolti e questo potrà rendere il clima in Sala Stampa più leggero: il temuto calo fisiologico degli ascolti non c'è stato - dato in controtendenza rispetto al solito - e questo potrà far respirare un po' chi dovrà commentare/presentare i dati di ascolto nella conferenza stampa in programma oggi, giovedì 7 febbraio, alle 12.30.

Attesi nella sala stampa del Roof dell'Ariston il direttore di Rai 1 Teresa De Santis, il vicedirettore Claudio Fasulo, il direttore artistico Claudio Baglioni con la coppia di conduttori Claudio Bisio e Virginia Raffaele. Ci sarà modo di commentare lo sketch di Pio e Amedeo, la presenza dei superospiti Mannoia, Mengoni e Cocciante, tornato all'Ariston a cantare Bella col cast maschile del suo Notre Dame de Paris come fece a Sanremo esattamente venti anni fa: correva l'anno 1999.

Si sa già chi canterà stasera, ma non l'ordine di uscita dei cantanti, mentre gli ospiti della serata, già annunciati, sono Antonello Venditti, Alessandra Amoroso, Raf e Tozzi (tutti pronti a partire in tour o già in giro per l'Italia),  Serena Rossi che presenta la fiction Io sono Mia, Ornella Vanoni direttamente da Ora o mai più, Fabio Rovazzi, che così saluta il pubblico come ieri ha fatto Baudo, mentre l'intervento comico è affidato a Paolo Cevoli, colonna dello Zelig con Bisio.

I cantanti che si esibiranno stasera sono:


  1. Anna Tatangelo Le nostre anime di notte

  2. Boomdabash Per un milione

  3. Enrico Nigiotti Nonno Hollywood

  4. Francesco Renga Aspetto che torni

  5. Irama La ragazza col cuore di latta

  6. Mahmood Soldi

  7. Motta Dov'è l'Italia?

  8. Nino D'Angelo e Livio Cori Un'altra luce

  9. Patty Pravo con Briga Un po' come la vita

  10. Simone Cristicchi Abbi cura di me

  11. The Zen Circus L'amore è una dittatura

  12. Ultimo I tuoi particolari


 

  • shares
  • Mail