Lethal Weapon Damon Wayans è più sereno e non lascia più la serie

Il rinnovo di Lethal Weapon è ancora possibile con Damon Wayans più tranquillo nel suo lavoro

La produzione di Lethal Weapon il remake televisivo di Arma Letale, non è mai stata semplice. Forse per omaggiare il personaggio del detective Riggs, interpretato nel film da Mel Gibson, instabile e sopra le righe, ma la serie in onda su FOX e prodotta da Warner Bros (in Italia su Italia 1) ha avuto tre stagioni complicate.

Prima il licenziamento del co-protagonista Clayne Crawford (interprete di Riggs) per comportamenti inappropriati, a tratti violenti o verbalmente aggressivi sul set, poi lo scorso ottobre il video in cui Damon Wayans (Murtaugh) diceva di voler lasciare la serie perchè stanco "Sono un 58enne diabetico, lavoro 16 ore al giorno... Come direbbe Roger Murtaugh, sono troppo vecchio per questa roba". 

Wayans diceva che avrebbe lasciato la serie dopo i 13 episodi ordinati da Fox per la terza stagione, un ordine cauto per capire come il pubblico avrebbe preso l'inserimento del personaggio di Sean Williams Scott al posto di Riggs (Crawford). Ma dopo questo video è arrivato l'ordine aggiuntivo di altri due episodi che ha portato a 15 il totale della terza stagione. Al momento non c'è stato alcun rinnovo ufficiale ma la situazione di Damon Wayans sembra essere rientrata.

Durante il TCA Winter Tour (Television Critics Association) il capo dell'intrattenimento della nuova Fox, Charlie Collier, pur non potendo annunciare il rinnovo della serie, ha fatto capire come la situazione sul set sia rientrata e che lo show sta andando bene. Nella stessa occasione il creatore e produttore di Lethal Weapon Matt Miller ha spiegato di essere "entusiasta della possibilità di realizzare una quarta stagione", spiegando come finisca con un "piccolo cliffangher (una situazione che rimane in sospeso, ndr.). Qualcosa si risolve ma dà il via ad altro. Posso dire che questo finale è l'episodio più grande fatto per questo show, incluso il pilot, il più grande episodio tv cui abbia mai preso parte."

Miller, pur sottolineando come non si sia ancora incontrato con Fox, ha rivelato a deadline come per la quarta stagione "abbiano grandi idee". Riguardo al caso Wayans Miller ha spiegato che dopo quella sua manifestazione di malcontento, sono stati fatti degli aggiustamenti "ci siamo seduti e abbiamo modificato le ore di lavoro di Damon e da allora è stato sempre sereno, è un piacere lavorare con lui e a lui piace stare sul set. Viene sempre sul set col sorriso. [...] Abbiamo lavorato per trovare il modo per adeguarci alle sue esigente, per modificare alcune storie per agevolarne il lavoro".

Miller a raccontato che a fine produzione ha fatto un bel discorso a tutto lo staff e ha ringraziato tutti "ha comprato a tutti delle giacche per celebrare la fine della stagione molto costose, è stato molto gentile e piacevole, ci ha regalato un bel momento. E ora è alle Hawaii a riposarsi". Il creatore e Warner Bros sono in costante contatto con l'agente e lo staff di Wayans ed è per questo abbastanza tranquillo che tornerà".

Il produttore e autore ha ammesso che non si immagina Lethal Weapon come uno show lungo dieci stagioni ma che ha voglia ancora per realizzare qualche altra stagione, almeno finché avrà la sensazione di realizzare qualcosa di nuovo e non un vecchio modello stantio.

Se la situazione con Damon Wayans è rientrata, la palla per il rinnovo dell'action comedy torna nel campo di Fox e Warner Bros che dovranno trovare un accordo per eventualmente far proseguire la serie.

  • shares
  • Mail