Domenica In, su Rai Play sparisce l'intervista a Montesano. L'attore aveva scherzato sui Cinque Stelle (Video)

Su Rai Play è sparita l'intervista di Enrico Montesano a Domenica In. L'attore aveva ironizzato sui Cinque Stelle. L'unico risultato ottenuto è però il rilancio della notizia, con il Pd che fa scoppiare la polemica

Chi avesse tempo e voglia di rivedersi su Rai Play l’ultima puntata di Domenica In scoprirebbe che la durata dell’appuntamento del 3 febbraio è di due ore e quaranta invece delle oltre tre ore tradizionali.

Il motivo è presto spiegato e si può sintetizzare in un unico termine: sforbiciata. Ad essere tagliato da cima a fondo è stato infatti l’intervento di Enrico Montesano, che nella versione originale è arrivato dopo l’intervista doppia a Stefania e Amanda Sandrelli.

Ma la clip disponibile in rete, approfittando dell’interruzione pubblicitaria, mostra un salto temporale evidente e abbastanza sbrigativo, con una incolpevole Mara Venier che si ritrova all’improvviso a lanciare il gioco del tabellone (qui, a 1h 48m 42s).

Difficile immaginare un disguido tecnico, visto il palese utilizzo del ‘bisturi’ da parte dei montatori. La verità, secondo molti, sta tutta nei temi affrontati dall’attore, che ha a più riprese ironizzato sul Movimento Cinque Stelle. Battute a dire il vero innocue e fiacche, che però sarebbero bastate per creare panico e irritazione.

Montesano ha scherzato sul fatto che i Cinque Stelle – vista la crisi economica in atto – presto finiranno col chiamarsi Movimento Bed & Breakfast, per poi citare apertamente Luigi Di Maio:

“L’altra sera rientrava in albergo. Si è avvicinata una bellissima ragazza che lo voleva conquistare. Lui ha detto ‘no, no aspetti, non può salire con me, prima devo fare la verifica costi-benefici, dopo ne parliamo’".

A lasciare interdetti, oltre alla ipotetica censura, è il clamoroso autogol che tale mossa ha generato. Montesano quelle parole le ha pronunciate in diretta, dinanzi alla vasta platea domenicale. Ci si chiede pertanto che senso abbia mobilitarsi su un filmato caricato in seguito su Rai Play dove il traffico di utenti è decisamente ridotto.


L’unico risultato ottenuto è stato piuttosto il rilancio della notizia, con la vicenda ha inevitabilmente invaso la politica. Il Pd è insorto e, oltre a denunciare l’episodio, sta pubblicando sui social il video dell’intervista sparita. Perché la rete ‘salva’ tutto.

  • shares
  • Mail