Bersaglio Mobile, speciale su Eluana a dieci anni dalla morte. Per Mentana è un déjà-vu

Mercoledì puntata speciale di Bersaglio Mobile dedicata ai dieci anni dalla morte di Eluana Englaro. Per Enrico Mentana si tratterà di un déjà-vu. La vicenda rappresentò l’atto finale del suo lungo rapporto con Mediaset

Eluana, dieci anni dopo. E’ questo il titolo scelto da Bersaglio Mobile per la puntata speciale che andrà in onda mercoledì prossimo su La7.

Un appuntamento che irromperà in una serata dominata dal Festival di Sanremo e che renderà ancora più netto il taglio editoriale proposto da Enrico Mentana.

Eluana Englaro, che versava in stato di coma vegetativo da diciassette anni, morì il 9 febbraio del 2009 in seguito all’interruzione dell’alimentazione artificiale.

Per il direttore del Tg La7 si tratterà di un déjà-vu, dal momento che proprio quella vicenda rappresentò l’atto finale del suo lungo rapporto con Mediaset.

Quella sera – era un lunedì – su Canale 5 era in programma il Grande Fratello. L’azienda decise mandare regolarmente in onda il reality, facendo notare come la notizia della Englaro fosse già oggetto di approfondimento sugli altri canali.

La situazione precipitò poco dopo le 22, quando Mentana – che aveva sperato in una promozione in prima serata di Matrix - annunciò le dimissioni da direttore editoriale: “Non esiste solo l’audience – affermò – simili scelte tolgono credibilità a chi le compie e personalmente non ho nessuna intenzione di avallarle. Stasera su Canale 5 il dramma è quello della cacciata di una concorrente dal Gf. A mezzanotte, se va bene, si parlerà di Eluana a Matrix. Andremo in onda comunque, per dovere di informare. Domani però - aveva avvertito - rassegnerò le dimissioni da direttore editoriale di Mediaset, per un altro dovere, quello di coerenza".

Per la cronaca, quella puntata non vide mai la luce, sostituita da uno speciale del Tg5 iniziato a notte fonda.

  • shares
  • Mail