C'è Benigni, su Rai 2 uno speciale per ripercorrerne la carriera tv

Terzo appuntamento con il format ideato da Freccero.

Dopo Celentano e Grillo è il turno di Roberto Benigni: è lui il protagonista della terza puntata del format "C'è...", in onda lunedì 4 febbraio alle 21.05 su Rai 2. C'è Benigni nel prime time della rete di Freccero, quindi: il direttore conferma sulla carta l'orario delle 21.05, anche se dopo il basso risultato di Grillo proprio Freccero aveva riconosciuto nella messa in onda così anticipata - con Striscia in pieno svolgimento - un errore di programmazione. Vedremo se ci sarà quale slittamento rispetto alla settimana scorsa.

Ripercorrere la carriera quasi 50ennale di Benigni offre molti spunti per un programma di montaggio, anche se la sfida è quella di trovare pezzi meno scontati e davvero d'antan. Con il Premio Oscar, poi, si può spaziare tra il folletto degli anni '70/'80 e l'esegeta degli anni 2000 che va dalla Divina Commedia alla Costituzione, passando per i Dieci Comandamenti.

La sua ultima volta di Benigni con un programma originale risale al 2016, quando portò in scena la Costituzione in occasione della Festa della Repubblica con "La più bella del mondo".

Ora si guarda a un nuovo progetto dedicato all'amore, di cui si parla da qualche mese: vedremo se questa rinfrescata di memoria sarà propedeutica a un'accelerazione di trattative o a un prossimo annuncio di ritorno in tv.

Tornando a C'è Benigni, sarà interessante capire la selezione dei materiali, nelle tre puntate precedenti piuttosto didascalica. Interessante anche la paternità del format: C'è Benigni è un programma di Marco Giusti e Lucio Presta, scritto con Stefano Raffaele, Luca Rea e Roberto Torelli. E con l'idea di Carlo Freccero.

  • shares
  • Mail