C’è posta per te, i topoi resi immortali dal fanatismo “mariano” e i rischi di giocare con l’ignoranza

La prima puntata della nuova edizione di C’è posta per te.

Una peculiarità che unisce i programmi ideati e condotti da Maria De Filippi è la ripetizione.

“L’inferno è ripetizione” scrisse Stephen King.

Nel caso di Maria De Filippi, “il paradiso è ripetizione” perché la creazione di topoi, resi immortali dal fanatismo “mariano” sui social network, dove i fan, ad esempio, attendono C’è posta per te neanche fosse Sanremo, la scelta di continuare a percorrere fedelmente schemi eternamente riutilizzabili e l’immancabile glossario delle frasi fatte (qui trovate il glossario legato a Uomini e Donne ma se ne potrebbe fare uno anche riguardante Temptation Island) compongono la ricetta dell’immortalità di C’è posta per te.

Fino a quando Maria De Filippi avrà voglia di condurlo, C’è posta per te non smetterà di avere successo.

La dimostrazione è arrivata (anche) dalla prima puntata di questa ventiduesima edizione dove la De Filippi si è potuta anche permettersi il lusso di non aprire l’edizione con ospiti da urlo, optando per un obsoleto Ricky Martin, che in Italia non azzecca una canzone da anni, e dai tre conduttori di Tu sì que vales, per i quali è stata messa in piedi l’operazione simpatia più infruttuosa e inutile della storia della tv.

Sono sufficienti i topoi e le frasi fatte di C’è posta per te a garantire la riuscita del programma, ormai.

Le sorprese, gli effetti speciali nello studio, i bambini che regalano l’atmosfera tenera da recita di quinta elementare, la lettera sesquipedale di Maria De Filippi… E poi, la ricerca del perdono dopo un tradimento, l’apertura della busta con le foto e la canzone d’amore, i suoceri che odiano i generi e le nuore, le famiglie allargate non del tutto sdoganate, il pubblico che prima applaude uno e poi applaude l’altro, gli ululati del pubblico in evidente stato confusionale… E poi, “Maria posso sapere cosa ti ha raccontato?”, “Vuoi chiudere la busta?”, la De Filippi che risolve le situazioni più spinose in uno sgabuzzino dietro le quinte, i silenzi di tomba che fanno schizzare lo share e l'”ASPETTATE” in sovrimpressione alla fine dell’ultimo blocco, dopo il quale il telespettatore, ovviamente, aspetta per poi scoprire che non succederà una mazza.

I topoi sono questi.

C’è posta per te è questo.

E C’è posta per te è diventato un programma immortale, volenti o nolenti.

Ciò, ovviamente, non implica il fatto che C’è posta per te sia diventato automaticamente un programma insindacabile, tutt’altro.

Esattamente come Uomini e Donne ha plasmato negativamente una generazione di giovani che vanno in tv, sapendo già quello che devono fare, grazie alla De Filippi che oramai manovra fili invisibili, anche i protagonisti di C’è posta per te sono persone, a loro modo, decisamente scafate. Non ambiscono ad un posto nello spettacolo ma al loro momento di gloria, sicuramente sì.

Nel perseguire i precitati schemi, il trash è assicurato e scontato ma quello è il male minore.

Il rischio maggiore, e fastidioso, è quello di alimentare stereotipi sgradevoli (nella prima puntata, le donne dell’est che rubano i mariti alle italiane…), manifestando anche un certo gusto nel giocare con l’ignoranza.

Ecco, un programma che esiste da 20 anni non dovrebbe permettersi certe leggerezze.

C’è posta per te è un people show condotto da Maria De Filippi che va in onda ogni sabato, in prima serata, su Canale 5 a partire dalle ore 21:15.

Questa sera andrà in onda la prima puntata della 22esima edizione del programma.

C’è posta per te: le anticipazioni del 12 gennaio 2019

Questa sera, 12 gennaio 2018, avrà inizio la 22esima edizione di C’è posta per te.

Anche in quest’edizione, al centro del programma, ci saranno le storie di vita di persone comuni che hanno l’obiettivo di recapitare un messaggio ad una persona, al fine di recuperare un rapporto, ricucire un distacco, ritrovare un parente perduto o un primo amore o fare una sorpresa ad una persona speciale con la partecipazione di un personaggio famoso.

In questa prima puntata, gli ospiti saranno Ricky Martin e il trio di conduttori di Tu sì que vales: Belen Rodriguez, Alessio Sakara e Martin Castrogiovanni.

C’è posta per te: dove vederlo

C’è posta per te va in onda questa sera su Canale 5 a partire dalle ore 21:15.

La puntata sarà visibile anche in streaming sul sito ufficiale di Mediaset Play.

La puntata intera e altri contenuti riguardanti il programma sono disponibili anche sul sito Witty Tv.

C’è posta per te: Second Screen

Il sito ufficiale della conduttrice di C’è posta per teMaria De Filippi, ha una sezione completamente dedicata al programma di Canale 5.

C’è una sezione apposita dedicata al programma anche sul sito ufficiale di Mediaset Play e sul sito Witty Tv.

Su Facebook, invece, la pagina ufficiale è C’è posta per te.

Su Twitter, l’hashtag ufficiale con il quale sarà possibile commentare la puntata è #cepostaperte.

Per chi vuole seguire il programma in liveblogging, infine, la puntata sarà disponibile in tempo reale su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:15.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su C'è posta per te

C'è posta per te è un emotional show ideato condotto da Maria De Filippi in onda su Canale 5 a partire dal 12 gennaio 2000.

Tutto su C'è posta per te →