Sanremo 2019, Claudio Bisio: "Ancora nessuna riunione, ma quest'anno ci sono tanti anniversari"

Claudio Bisio a Deejay Chiama Italia ha parlato della sua conduzione di Sanremo 2019, anticipando se farà monologhi e quali argomenti potrebbero essere affrontati

Settimana densa di appuntamenti, questa, per Claudio Bisio. Proprio durante i giorni in cui Tv8 ha iniziato la promozione della nuova edizione di Italia's Got Talent (in onda da questa sera, 11 gennaio 2019), l'attore si è ritrovato a dover presenziare anche a Sanremo, in qualità di co-conduttore, con Virginia Raffaele, di questa edizione del Festival.

Impossibile, quindi, che durante la sua ospitata nella puntata di oggi di Deejay Chiama Italia non si parlasse solo del suo ruolo di giudice nel talent show, ma anche dell'impegno sanremese. Bisio ha svelato che Claudio Baglioni lo aveva già contattato l'anno scorso. "Ero in tournée", ha spiegato.

"Poi mi ha chiamato a settembre", ha aggiunto, "al suo concerto all'Arena di Verona c'ero anche io, infatti se foste stati attenti avreste potuto immaginarlo (ride)... Ma in realtà c'erano tanti nomi famosi tra il pubblico".

Il primo contatto, insomma, risale a qualche tempo fa, ma solo ora Baglioni è riuscito ad avere Bisio al Festival. Un debutto da conduttore della rassegna, anche se il palco dell'Ariston lo aveva già calcato nel 2013:

"Ci andai già sei anni fa, durante il Festival di Fazio, quello che aveva esordito con la polemica su Crozza (che era stato fischiato durante la sua esibizione di apertura, ndr). Ero ospite dell'ultima serata, feci un bel monologo scritto da Michele Serra in cui parlavo dell'Italia e dicevo che dovevano andare tutti a casa. Il pubblico fece un applauso molto populista, ma poi specificai che non stavo parlando dei politici, ma degli italiani. Era periodo di elezioni, infatti non feci alcun nome".

Anche a Sanremo 2019 Bisio farà un monologo, nonostante il clima non sia dei più adatti per provocare polemiche?

"Per un artista è sbagliato avere cautela, ora ce ne vuole di più, è anche già partito l'hashtag #BoicottiamoSanremo. Io ancora non ho parlato di Sanremo, ma stamattina sulla mia pagina Facebook ci sono già degli insulti. Io ho il sospetto che alcuni di questi commenti siano finti".

Il riferimento è allo scontro a distanza tra Baglioni e Salvini, con il primo che ha commentato l'emergenza migranti legata a Sea Watch ed al rifiuto del Ministro dell'Interno di accogliere le persone a bordo delle loro navi ed il secondo che gli ha risposto con un "canta che ti passa".

"Il tono della domanda fatta a Baglioni non era provocatorio", ha ricordato Bisio a proposito del quesito che era stato posto durante la conferenza stampa, "era un riferimento ad un Festival che per anni fece a Lampedusa". Bisio ha anche specificato che Teresa De Santis, direttore di Raiuno che avrebbe parlato di "comizio", durante l'incontro con i giornalisti non ha mostrato alcun segno di fastidio per quella domanda.

Tante polemiche, ma su quello che vedremo al Festival, per ora, tutto tace. "Non abbiamo fatto ancora riunioni", ha chiuso Bisio, "ma ci sono tanti anniversari quest'anno, come il ventennale della morte di De Andrè ed il trentennale del crollo del Muro di Berlino". Ricorrenze che potrebbero essere affrontare all'Ariston, polemiche permettendo.

  • shares
  • Mail