• Tv

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet in onda su Rai 3 il 3 gennaio… per due anni di seguito

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet ha un piccolo record: Rai 3 l’ha programmato esattamente lo stesso giorno negli ultimi due anni.

Che durante le Feste si finisca per programmare sempre gli stessi film è una cosa assodata: a parte la tradizione ormai consolidata di Una Poltrona per Due nel prime time di Italia 1 la Vigilia di Natale, il palinsesto delle Strenne è sempre pieno di Gremlins, Storie infinite, Grinch, Miracoli sulla 34esima Strada e mille altre versioni, televisive e cinematografiche, di Babbi Natale nelle salse più disparate.
E’ però curioso quanto capitato nella programmazione di Rai 3 di questo inizio anno: giovedì 3 gennaio 2019, infatti, la terza rete ha scelto di ‘ingannare l’attesa’ del Periodo di Garanzia Invernale (al via il 13) collocando nel prime time Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet, film francese del 2013 diretto da Jean-Pierre Jeunet e interpretato da Helena Bonham Carter, Judy Davis, Callum Keith Rennie e Kyle Catlett nel ruolo del piccolo protagonista che a 10 anni, grazie a una sua geniale invenzione, viene insignito di un prestigioso premio dall’istituto Smithsonian, che però non sa che si tratta di un bambino. Ma T.S. intraprende da solo il lungo viaggio dal Montana, dove vive, a Washington per ritirare quel riconoscimento.

Una storia perfettamente in linea con lo spirito delle Feste. Talmente adatta da essere stata proposta da Rai 3 anche lo scorso anno ed esattamente il 3 gennaio 2018: era un mercoledì e lo straordinario viaggio di T.S. Spivet servì in quel caso a ‘ingannare l’attesa’ del ritorno di Federica Sciarelli e del suo Chi l’ha Visto? (che pure si sarebbe attagliato bene alla vicenda del piccolo genietto del Montana).

Non è altro che una spigolatura da palinsesti festivi, di una curiosa occorrenza che però non può passare inosservata. Adesso occhi puntati sul 2020: se il 3 gennaio avremo di nuovo la storia del piccolo T.S. Spivet in prime time su Rai 3 potremmo dire di essere di fronte a una nuova tradizione da inizio anno per la rete, un po’ come il Concerto di Capodanno da Venezia per Rai 1 e quello di Vienna su Rai 2.

PS. Solo per amor di almanacco, riportiamo anche gli ascolti: il film registrò nel 2018, in prima tv, un netto di 2.108.000 telespettatori, per uno share dell’8,42% (peraltro con Juventus – Torino,  quarti di finale di Coppa Italia su Rai 1), mentre nel 2019 ha ottenuto 1.548.000 telespettatori, share 6,36%.