• Tv

Nuovi Eroi, pillole di grandezza

Nuovi Eroi, dal 7 gennaio alle 20.20 su Rai 3 per cinque settimane il nuovo format Stand by Me su 30 italiani insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

  • 20.05

    Terminato Blob è tempo di Nuovi Eroi.

  • 20.11

    La prima puntata racconta la storia di Sofia Corradi, la professoressa che ha ‘fondato’ l’Erasmus.

  • 20.31

    Inizia come una biografia quella di Sofia Corradi, classe 1934, che ricorda i tanti viaggio con i genitori che si sentivano cittadini del mondo.

  • 20.32

    Racconto diretto, intervallato dalla voice over di Veronica Pivetti e dalle testimonianza della sorella Gemma: entrambe vinsero un’ambita borsa di studio a Giurisprudenza per andare negli USA nella metà degli anni ’50. I genitori erano restii: una cosa è dire, una cosa è fare. La madre si fece venire quasi una malattia per ‘l’abbandono’ delle figlie.

  • 20.34

    Le parti fictional non servono: gli occhi, l’energia, l’espressione delle due sorelle valgono il racconto.

  • 20.35

    Le esperienze delle due ragazze a New York sono impensabili per una coetanea in Italia.

  • 20.37

    Tornata in Italia, Sofia va in Facoltà per farsi riconoscere gli esami e laurearsi. “Columbia University, non l’ho mai sentita! Lei gira il mondo, va a divertirsi e noi dovremmo farla laureare? Se ne vada”: non c’è stato niente da fare. E ancora oggi… “E’ stata una delle peggiori umiliazioni che ho dovuto subire nella mia vita, ma in 8 mesi fa tutti gli esami e si laurea.

  • 20.38

    “Non ho mai cercato lavoro. Sono sempre venuti a cercarmi”: quell’esperienza fu importante e così pensò “Dovrebbero averla tutti!”. Resta all’Università per esaudire il sogno, esaudire l’esperienza di crescita in una cultura diversa dalla propria. Mi sto commuovendo.

  • 20.40

    “Anche gli studenti di famiglie non proprio abbienti avrebbero potuto accedere a questa opportunità. io ho sempre avuto una grande sete di giustizia tra esseri umani.”: santa ti devono fare, santa!

  • 20.41

    Resta alla Sapienza, si sposa, ha figli e continua la sua battaglia per il progetto Erasmus.

  • 20,45

    “Qui si vuole proporre la pace tra i popoli” cercava di far capire così ai vertici accademici il senso dell’Erasmus. Paure, ostacoli: un muro di gomma si alza da parte dei burocrati. “La legge che regola il mondo è la legge di inerzia, non di caduta… se me l’avessero detto che avrei lottato per 18 anni forse non l’avrei fatto.

  • 20.45

    E poi la grande gioia del 1987: il muro di Berlino è in piedi, l’Euro non esiste, ma l’Erasmus è nato. “Dopo 18 anni ce l’avevo fatta!”.

  • 20.46

    Dal 1987 è Mamma Erasmus: “Me l’hanno dato gli studenti e mi piace, perché richiama la trattoria di Mamma Rosa, concetti teneri, amichevoli… un soprannome fortunato…”.

  • 20.47

    Ancora oggi riceve lettere da chi è stato in Erasmus e dai loro genitori.

  • 20.48

    Riceve il Premio Carlo V nel maggio 2016 e qualche mese dopo l’Onore al Merito da Mattarella.

  • 20.49

    Io inizierei anche il processo di beatificazione. La ringrazio anche io e mi commuovo.

Sono una figlia della professoressa Sofia Corradi e non lo sapevoMe lo ha raccontato la prima puntata di Nuovi Eroi, il nuovo format da access prime time prodotto da Stand by Me che in 30 puntate racconterà altrettante storie  esemplari di gente (fuori dal) comune che il Presidente Mattarella ha insignito dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Questo Nuovi Eroi celebra la grandezza della semplicità: quella di una donna dallo sguardo entusiasta e coinvolgente come la prof. Sofia Corradi, classe 1934, educata da genitori giramondo dai grandi principi libertari che atrofizzano quando le figlie ottengono, entrambe, una prestigiosissima borsa di studio per volare alla Columbia University di New York. Ma, come in una versione tricolore di Indovina chi viene a cena?, nonostante le iniziali resistenze dei genitori – pur stridenti con gli insegnamenti e gli esempi dati nel tempo –  le ragazze partono e vivono un anno – il 18° e il 22° della loro vita – tra esperienze impensabili per una coetanea in Patria. L’umiliazione più dura arriva al ritorno, quando un funzionario della Sapienza fa degli esami sostenuti negli USA carta straccia, dandole della vagabonda: da qui la decisione di lottare per rendere questo anno all’estero un’occasione di crescita riconosciuta, promossa e sostenuta proprio dalle Università, ieri come oggi baluardo di immobilismo. E ancora oggi per parte dell’Accademia l’Erasmus resta un periodo di ‘vacanza’, sminuito nel valore formativo e didattico: i pregiudizi restano.

“Sono sempre più convinta che la legge che regola il mondo sia quella di inerzia, non quella di caduta di Newton.. Se me l’avessero detto che avrei lottato per 18 anni forse non l’avrei fatto”

racconta con quella fiamma che le accende lo sguardo al pensiero della grande gioia raggiunta nel 1987, quando finalmente il programma nacque. Fu proprio per l’Erasmus che la Corradi decise di restare in Accademia e rifiutare le proposte di lavoro da privati: aveva un sogno da esaudire, ovvero dare a tutti, anche a chi non aveva la possibilità economica, di fare “un’esperienza di crescita in una cultura diversa dalla propria“.

“Io ho sempre avuto una grande sete di giustizia tra esseri umani”

e basterebbe questa affermazione per sottolineare il valore educativo di questo Nuovi Eroi, che si inserisce alla perfezione nel filone del racconto del contemporaneo perseguito da Rai 3 ormai da tempo. Ne è per fortuna un tratto distintivo grazie a molti programmi di access o seconda serata come Sconosciuti, Non ho l’età, Stato Civile o Le Ragazze (promosso in prime time) che riescono a portare in tv storie esemplari, vere, non pedanti, appassionate e appassionanti, di straordinaria semplicità.

 

Semplicità che nella costruzione televisiva non si traduce in piattezza, anzi: raccontare la semplicità non è affatto semplice e farlo con semplicità neppure. Questo Nuovi Eroi, però, si complica forse un po’ la vita riunendo in pochi minuti racconto diretto, la voice over di Veronica Pivetti, la testimonianza di almeno altre due persone (in questo caso sorella e figlia di Sofia Corradi), materiali di archivio e, soprattutto, delle ricostruzioni fictional che risultano gli inserti meno ‘riusciti’, probabilmente realizzati per marcare la differenza con altri titoli di genere, ma che finiscono per ridurre l’energia e la potenza del racconto del protagonista. Visto l’entusiasmo, la mimica, la pienezza della Corradi, proprio questa puntata mette particolarmente in luce i limiti di questo re-enactement. Lo sguardo, la gestualità, la capacità affabulatoria della Corradi non avevano bisogno di artifici fictional.

Per tutti gli studenti che hanno partecipato all’European Region Action Scheme for the Mobility of University Students, la professoressa Sofia Corradi è Mamma Erasmus. Ecco perché e anche mia mamma. E sentirla raccontare con quanta determinazione e con quanta generosità ha lottato anche per me  mi ha commosso. La Rai 3 che insegna non ha prezzo. Per tutto il resto ci sono le polemiche sterili sul ‘canone’…

 

Nuovi Eroi, diretta prima puntata: Sofia Corradi, Mamma Erasmus

Nuovi Eroi, su Rai 3 in access prime time 30 storie di tutti i giorni premiate dal Quirinale

Trenta puntate, 30 storie di persone comuni che si sono distinte per azioni straordinarie, di coraggio e di altruismo, e che hanno combattuto per il bene della comunità: è questo il succo di Nuovi Eroi, in onda dal lunedì al venerdì alle 20.2o su Rai 3 dal 7 gennaio, che seguiremo live su TvBlog per il suo debutto.

Diverse per età, estrazione, provenienza, esperienze, formazione, i 30 Nuovi Eroi sono accomunati dall’aver ricevuto l’Onorificenza dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, ordine istituito nel 1951 per “ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari’’. Il format, firmato dalla Stand By Me, è stato realizzato in collaborazione con il Quirinale proprio per far conoscere al grande pubblico tv le storie di coraggio quotidiano di chi non anima l’agenda politica, non raggiunge le copertine dei giornali e si batte ogni giorno per migliorare la vita degli altri.

Nuovi Eroi, il format

L’intervista al protagonista, intervallata da testimonianze di amici, familiari, colleghi, è il filo conduttore del format: il racconto è intervallato da foto e video privati, oltre che – dove possibile – da immagini di repertorio legate a momenti cruciali della nostra storia recente cui spesso le storie dei protagonisti si intrecciano. Ci si affida anche a ricostruzioni fictional (un re-enactement) che ripercorrono momenti topici della loro vita e della loro ‘missione. A tenere unite le parti ci pensa la voce fuori campo di Veronica Pivetti. Momento finale, e culmine della storia, non può che essere la cerimonia di conferimento dell’Onorificenza al Merito Civile svoltasi al Quirinale alla presenza del Presidente Mattarella. Trenta pillole di civiltà, di educazione civica, di rispetto per l’altro, di storie esemplari da seguire.

La sigla del programma è di Paolo Fresu e Emanuele Contis.

Nuovi Eroi, le storie della settimana 7 – 11 gennaio 2019

Si parte con Sofia Corradi, detta “mamma Erasmus”, che si è battuta per la mobilità studentesca europea; si prosegue con Daniela Degiovanni, medico oncologo che per prima ha scoperto e portato alla luce i devastanti effetti dell’esposizione all’amianto a Casale Monferrato; quindi tocca a Rosario La Rossa, che ha aperto una casa editrice nel quartiere di Scampia, a Esa Abrate, giovanissimo direttore di un’orchestra multietnica che raccoglie ragazzi cresciuti in condizioni difficili, e Giuseppe Antoci, Presidente del Parco dei Nebrodi in Sicilia che lotta contro la mafia.

Nuovi Eroi, come seguirlo in tv e in live streaming

Come detto, il programma va in onda dal lunedì al venerdì, a partire dal 7 gennaio e per cinque settimane, alle 20.20 su Rai 3 e Rai 3 HD (DTT, 501). Il programma è visibile in live streaming, e poi on demand, su RaiPlay.

Nuovi Eroi, second screen

L’hashtag è#NuoviEroi.

I Video di TvBlog