• Tv

Danza con Me, lo spettacolo è Roberto Bolle e basta lui

A Roberto Bolle il compito di inaugurare il nuovo anno di Rai 1, come il 1° gennaio scorso.

Secondo Capodanno in tv per Roberto Bolle, che in questa versione 2019 di Danza con me ha voluto forse strizzare un po’ più l’occhio al racconto tv e ha finito per togliere un po’ di meraviglia al suo spettacolo e alla sua arte. Danza con me, lo dice il titolo, vuole il balletto, vuole coreografie, vuole arte: quando vuol farsi tv a tutti i costi perde la sua grandezza. Ed è un peccato. Non è necessario un filo narrativo se si riesce a creare un movimento tra le diverse parti del racconto e un crescendo di momenti: in questo la scenografia con le mille porte faceva sperare in un andirivieni di momenti unici, di duetti inediti, di spazi magici, introdotti dalla semplice apertura della porta su una sorprendente meraviglia. E invece si è voluto a ogni costo costruire uno pseudo-racconto con gag di aggancio inutili, per non dire tristi. Incredibilmente l’elemento più stonato della serata è stato PIF: nulla di personale, ma è stata la funzione da narratore a penalizzarlo, che a tratti lo ha fatto somigliare a una conduttrice del Festival del Circo di MonteCarlo.

Quando si balla, invece, il tempo si ferma. Il tempo si ferma anche quando a ballare ci sono i Bolle’s Friends: gli ‘scherzi’ con De Luigi, il medley sui musical classici con Cremonini sono le cartine al tornasole del grande lavoro svolto dietro le quinte di uno show che mutua l’esperienza dei grandi varietà anni ’60, quelli delle prove in sala, della generale prima della ripresa, del lavoro che si mimetizza in un’esibizione che sembra naturalissima. E’ lì la bellezza di questo Danza con me, molto più che nel passo a due evocativo più che suggestivo con l’automa (menzione speciale al manovratore, però), nelle introduzioni della Solarino o di Accorsi, nelle (pseudo) gag della Pastorelli o dei Moschettieri del Re (all’ennesimo passaggio promozionale in tv).

Le perle del format sono nella danza professionale, non negli ‘allegri’ pensati per alleggerire il pubblico da un carico che si pensa non possa reggere: l’apertura con Alessandra Ferri, il deliziosamente ironico Grand Pas de Deux con Elisa Badenes, l’Opus 100 ballato da Bolle e Riabko nel nome di Béjart e Neumeier, la struggente ‘Cantata’ con Polina Semionova, la chiusura con le sole mani su musica di Sakamoto sono momenti di pura poesia. I momenti ‘televisivi’ più riusciti, perché capaci di portare qualcosa al racconto intrecciato sulle arti coreutiche, sono senza dubbio il suggestivo ‘video’ di Poetica su musica live di Cremonini e realizzato in esterna e il monologo di Luca e Paolo su Genova, Paganini e il Ponte Morandi.

Se con La Mia Danza Libera (era la prima volta, ottobre 2016), il programma non aveva avuto paura di spingere sulla teatralità, dimenticando quasi il mezzo tv, questa volta invece la ricercata ‘televisività’ ha finito per soffocare quello che doveva essere l’ingrediente principale: la danza è stata soffocata da mille preparazioni di contorno, da ammenicoli superflui nell’impiattamento tipici di chi teme il giudizio e cerca di strafare per andare sul sicuro. Non ce n’era bisogno.

Lasciate che Bolle balli.

Danza con Me 2019 in diretta: ospiti ed esibizioni

Danza con Me 2019, anticipazioni

Per il secondo anno consecutivo, è Danza con Me il primo programma di prime time per Rai 1, che recluta di nuovo Roberto Bolle e la sua arte per celebrare la prima sera del nuovo anno con uno speciale in onda questa sera, martedì 1 gennaio 2019, dalle 21.25 e che seguiremo live su TvBlog.

Lo show vincitore del Rose d’Or 2018 torna in onda, pronto quindi a una nuova nomination come miglior programma di intrattenimento dell’anno in Europa, e lo fa con una costante, ovvero l’eccellenza di Roberto Bolle, che anche quest’anno coinvolge ospiti e colleghi in quadri di arte varia che attraversano diverse discipline e diversi registri. Vediamo, quindi, quali sono i principali ospiti di questo Danza con Me 2019.

Danza con Me 2019, ospiti

La voce narrante che tiene insieme i vari passaggi del programma è quella di PIF, ma Bolle si avvale della partecipazione di tanti diversi ospiti, come Stefano Accorsi, Fabio De Luigi nelle insolite vesti di esperto di danza, Luca e Paolo, Ilenia Pastorelli, i “Moschettieri del Re” Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini e Rocco Papaleo e Cesare Cremonini, impegnato in un duetto inatteso con l’etoile italiana.

Dal mondo della danza arrivano la grande étoile Alessandra Ferri, per una prima volta con Bolle in tv in un atteso passo a due, quindi Polina Semionova, Prima Ballerina del Teatro di Berlino e interprete del sensuale “Passage”, Melissa Hamilton (Prima Solista al Royal Ballet di Londra), Elisa Badenes (Prima Ballerina del Balletto di Stoccarda), Nicoletta Manni e Virna Toppi (entrambe Prime Ballerine del Teatro alla Scala di Milano) e Alexander Riabko (Primo Ballerino del Balletto di Amburgo).
Per Bolle e i suoi colleghi coreografie contemporanee (come quelle di John Neumeier, Christopher Wheeldon, Wayne Mc Gregor, Christian Spuck e Mauro Bigonzetti) e un tocco di classico, come Lo Schiaccianoci, nella versione pensata per le giovani dell’Accademia della Scala di Milano di Frédéric Olivieri. C’ anche un passo a due con un robot che vuole essere il momento particolare di questa edizione.

Non solo balletto, però, come vuole la tradizione del Bolle & Friends: arrivano ad esempio il campione mondiale di street dance della Red Bull Bc One, Neguin, e i danzatori di swing Vincenzo Fesi & Remy Kouakou Kouame.

C’è anche spazio per un omaggio a Genova attraverso un tributo a Niccolò Paganini, con Bolle – coreografato da Mauro Bigonzetti – che interpreta le 11 variazioni del Capriccio 24 in una composizione ispirata all’installazione della mostra “Paganini Rockstar”, ideata e organizzata da Palazzo Ducale di Genova.

Danza con Me 2019, il format

Realizzato negli spazi ex fieristici del Portello di Milano – in uno studio di 1200 mq e un palco principale di 300 mq – Danza con me è prodotto da Rai 1 in collaborazione con Ballandi Multimedia e Artedanza. E’ un programma di Roberto Bolle, scritto da Roberto Bolle, Pamela Maffioli, Luca Monarca con Carlo Crocchiolo, Silvia Righini, Chiara Salvi e la collaborazione ai testi di Stefano Massini. La direzione artistica è di Roberto Bolle, con le coreografie originali di Massimiliano Volpini e le musiche di Leonardo De Amicis. Le scene sono di Luca Sala, la fotografia è di Fabio Brera, la regia di Cristian Biondani.

Danza con Me 2019, come seguirlo in tv e in live streaming

Danza con me va in onda su Rai 1 il 1° Gennaio 2019 dalle 21.25 ed è visibile anche su Rai 1 HD (DTT, 501). Il programma è disponibile in live streaming online sulla piattaforma RaiPlay.