• Tv

Raimondo Vianello e quella proposta per la conduzione di Stranamore

Raimondo Vianello sarebbe potuto essere il volto di Stranamore. A rivelarlo l’autore Alessandro Ippolito, intervistato nell’ambito della rubrica Tv Off: “Non poteva per via di altri impegni. Mi sembrava ottimo per il ruolo”

Difficile separare il marchio di Stranamore dal volto bonario di Alberto Castagna, impossibile dimenticarsi del suo zuccotto, indossato durante i viaggi in esterna a bordo dello storico camper.

Eppure l’era Castagna sarebbe potuta non cominciare se solo Raimondo Vianello avesse risposto in maniera affermativa alla proposta di Mediaset, che gli avrebbe volentieri affidato la guida della trasmissione per cuori infranti.

A rivelarlo è stato Alessandro Ippolito, autore e inviato del programma che nella lunga intervista rilasciata nell’ambito della rubrica Tv Off ha raccontato come l’attore romano fosse una delle prime scelte per la conduzione dello show.

“Prima di Alberto si era pensato a Vianello, ma non poteva per via di impegni concomitanti. Mi sembrava ottimo per il ruolo, possedeva la giusta dose di ironia”.

In seguito si virò quindi su Castagna, che Ippolito aveva avvicinato già ai tempi di Scherzi a parte:

“Gli avevo fatto uno scherzo per conoscerlo. Ci convincemmo che sarebbe stato il volto giusto, era una bella persona, molto umana ed estremamente generosa”.