Ad X Factor 3 è la musica a battere sul Due o sono le liti tra i giudici?

In queste pagine talvolta abbiamo parlato bene e altre volte abbiamo espresso le nostre critiche a X Factor, il talent show che batte solo sul 2 come direbbe il buon Facchinetti. Oggi siamo a chiederci cosa sia rimasto di quel programma che si era proposto tre edizioni fa come quello all’avanguardia, come quello diverso da

di share


X Factor
In queste pagine talvolta abbiamo parlato bene e altre volte abbiamo espresso le nostre critiche a X Factor, il talent show che batte solo sul 2 come direbbe il buon Facchinetti. Oggi siamo a chiederci cosa sia rimasto di quel programma che si era proposto tre edizioni fa come quello all’avanguardia, come quello diverso da ciò che c’era già in onda e che sin dalla conferenza stampa in avanti veniva visto come se fosse la peste bubbonica a cui non affiliarsi mai.

La nostra Debora ha giustamente fatto notare quanto questa terza edizione di X Factor sia moscia, forse per la mancanza di Simona Ventura che, nel bene e nel male, dava quel qualcosa in più al programma ma a mio modesto parere è venuto proprio meno in questa edizione la motivazione principale per cui X Factor è stato creato: la musica. Hai voglia a dire per darti un tono superiore che i cantanti di X Factor sono migliori di quelli di Amici (poi risulta dalle vendite che è tutto il contrario), è indubbio che dei protagonisti della terza edizione non c’è traccia o c’è poca notizia sui giornali. E mentre del vincitore della scorsa edizione non si sa niente, della vincitrice di Amici 8 gli articoli si sprecano parlando di concerti live nei cinema, record di vendite che scalzano anche Madonna nella Hit e persino Raiuno se la accaparra per lo show con Gianni Morandi.

Ieri è ricomparsa alle cronache forse la vincitrice morale della seconda edizione di X Factor, la cantante Noemi (meno nota forse di una certa… Letizia) che dalle colonne del Corriere per lanciare il nuovo album “Sulla mia pelle” è tornata ad affermare riguardo ad Amici testualmente:

“Non l’avrei mai fatto, la musica è comprimaria in quel programma, sono più importanti le liti di tutto il resto. X Factor mette i cantanti al centro, sempre e comunque”.

Ebbene, se tutto questo era vero per la prima edizione (e dico se), questo non lo si può proprio affermare per questa terza dove i battibecchi, le liti per metà programma tra i giudici, le incazzature della Maionchi e i rimbrotti di una fuori-posto Claudia Mori sono veramente all’ordine del giorno.

NoemiBasta rendersi conto in queste settimane di cosa si è parlato. Di musica? Giornali e web pieni delle parolacce in diretta di Mara, della Mori che si irrita per una foto e da’ degli imbecilli agli autori e non ultimo, tanto per gradire, di scherzi al botulino fatti dagli amici di Striscia. Il tutto per cercare di alzare un po’ il ritmo che, anche i più facinorosi commentatori di questa testata sostenitori del talent show, hanno riscontrato essere in calo se non in crollo. E per un programma che secondo tal Noemi mette in primo piano la musica non si è detto niente, riducendo anche drasticamente lo spazio dei cantanti esclusi dal televoto nelle varie trasmissioni televisive.

A Quelli che il calcio si preferisce dare spazio all’Isola 7 che dovrebbe arrivare tra 4-5 mesi piuttosto che promuovere gli esclusi del talent show trasmesso dalla stessa rete. E dire che quest’anno il vincitore di X Factor andrà di diritto nella categoria Big al Festival di Sanremo. Ora sia chiaro. Qui nessuno vuole criticare a prescindere, anzi al contrario di quanto dice la signorina Noemi si ritiene che X Factor sia un programma di ottima qualità e ci siano assoluti talenti come Marco Mengoni, o Chiara o i Luana Biz per dirne alcuni, ma mi sembra che sia una storia vecchia e superata quella del “da noi si fa musica mentre altrove ci sono solo liti e la musica è messa in secondo piano“. Storia che sembra venga creata ad arte ogni qualvolta si debba lanciare qualcosa. Se fosse solo così, perchè Alessandra Amoroso ad oggi ha venduto 170.000 copie, Valerio Scanu 65.000, Luca Napolitano 56.000 e I Bastard sons of Dioniso 41.000, Noemi 31.000 e il vincitore Matteo Becucci solo 24.000? E nel caso di Alessandra, il nuovo album “Senza nuvole” promette anche il bis vista la partenza a razzo nella prima settimana nei negozi.

Probabilmente, e lo si vede anche dall’investimento in termini di presenza di tutte le etichette, anche ad Amici le case discografiche si sono accorte quanto in realtà si faccia musica anche lì. Certo, ci sono dei litigi, dei battibecchi ma è normale che ciò accada. Alzi la mano chi non lo ha mai fatto a scuola o coi propri amici o insegnanti. Ma se ci sono liti ad Amici così come c’è della buona musica, non si può negare che battibecchi e schiaffi virtuali non volino anche sul talent che batte sul Due anche perchè oggi, rispetto a ieri, se andassimo a cronometrare nell’arco della puntata serale quanto tempo si dedichi alla musica e quanto alle discussioni, si avrebbero molte sorprese.

L’ultima puntata fin qui trasmessa di X Factor ha totalizzato il 9% di fascia e l’11% fino a mezzanotte e mezza. Forse per qualcuno la musica batte sul due ma il dito degli italiani e dei discografici per quanto riguarda il talent show preferisce premere il 5 del proprio telecomando.

Ultime notizie su Amici di Maria De Filippi

Amici è un talent show ideato e condotto da Maria De Filippi, andato in onda, per la prima volta, nel 2001.

Tutto su Amici di Maria De Filippi →