Invasion Iowa – Una colossale burla con William Shatner

Da questa sera per cinque settimane tutti i fan di Star Trek e del mitico Capitano Kirk, al secolo William Shatner, hanno un motivo in più per abbonarsi a SKY. Un motivo che ha dell’eccezionale, diciamolo pure. Qualcuno sa già di cosa sto parlando. Si tratta di Invasion Iowa, una delle più colossali e meglio

di

Da questa sera per cinque settimane tutti i fan di Star Trek e del mitico Capitano Kirk, al secolo William Shatner, hanno un motivo in più per abbonarsi a SKY. Un motivo che ha dell’eccezionale, diciamolo pure. Qualcuno sa già di cosa sto parlando. Si tratta di Invasion Iowa, una delle più colossali e meglio realizzate candid camera di sempre, che verrà messa in onda a partire da questa sera e per quattro puntate da un’ora su Paramount Comedy. Ora, il lettore ignaro ma più attento si chiederà come possa una candid camera durare 4 puntate.
Be’, se si tratta di una specie di kolossal prodotto dalla Spike Tv, il network che tuttora manda in onda le puntate di Star Trek. Di cosa si tratta? Molto semplice. Un invecchiato ma in grandissima forma William Shatner ritorna nella sua città natale, Riverside, nell’Iowa, con una troupe cinematografica. Vuole girare il film di fantascienza della sua vita. La cittadinanza entusiasta si accorgerà troppo tardi – quando sarà stata completamente coinvolta a vario titolo nella produzione del film – che si tratta di una gigantesca candid, realizzata in maniera sopraffina.

C’è proprio tutto. L’attricetta gnocca e oca, Shatner in crisi di mezza età, le tipiche maestranze cinematografiche, situazioni imperdibili, fino al quarto, catartico episodio dal titolo Beam me up, Scotty.
Naturalmente, alla fine è stato prodotto anche il film.
Geniale. O tremendamente crudele, a scelta.
[Altre informazioni più dettagliate via Sirlinksalot]