• Tv

Berlusconi vs. Prodi

Molto esauriente – mi dispiace per chi se la dovesse essere persa – la spiegazione a proposito della par condicio che è stata data oggi a Radio24, nello spazio curato da Santalmassi. Ci vorrebbe una spiegazione del genere in televisione, che precisi soprattutto come è regolata l’apparizione dei politici in televisione nel periodo pre e

di

Molto esauriente – mi dispiace per chi se la dovesse essere persa – la spiegazione a proposito della par condicio che è stata data oggi a Radio24, nello spazio curato da Santalmassi.
Ci vorrebbe una spiegazione del genere in televisione, che precisi soprattutto come è regolata l’apparizione dei politici in televisione nel periodo pre e in quello post par condicio. Ma non pretendiamo tanto, via.
La notizia del giorno è comunque il fatto che Romano Prodi accetta di partecipare al confronto diretto con Silvio Berlusconi.
Le regole sono ferree – dettate dalla legge -: i confronti fra i leader dei due schieramenti devono essere il primo e l’ultimo di cinque (gli altri tre prevedono confronti fra altri esponenti delle coalizioni), arbitrati da un giornalista RAI e con la presenza di altri tre giornalisti scelti fra i nomi proposti dall’uno e dall’altro leader, tempi di risposta rigidi e cronometrati; i confronti possono essere trasmessi in contemporanea da emittenti private che ne facciano richiesta.