Omicidio Desirée, Fiano e Santanchè litigano a L'Aria che tira: "Difendi solo le donne violentate dagli africani"

A L'Aria che tira animata lite tra Emanuele Fiano e Daniela Santanchè sulla vicenda di Desirèe Mariottini: "Difendi solo le donne violentate dagli africane, invece le altre sono di serie B"

L’uccisione di Desirée Mariottini scalda anche la politica, che finisce con lo scannarsi in tv. Il caso della sedicenne drogata, stuprata e uccisa nel quartiere San Lorenzo di Roma ha riacceso la questione della sicurezza delle periferie e dell’immigrazione, complici anche i recenti arresti di due senegalesi e un nigeriano irregolari.

A litigare a L’Aria che tira sono stati Emanuele Fiano e Daniela Santanchè. Dopo una serie di provocazioni, il confronto si è irrigidito quando l’esponente del Pd ha proposto di realizzare un giardino pubblico al posto del rudere all’interno del quale è stato ritrovato il corpo della ragazza.

Di fronte alla reazione ironica della Santanchè, Fiano ha perso le staffe lanciandosi all’attacco:

“Tu pensi che l’85% delle violenze italiane che si svolgono dentro le mura domestiche siano di serie B rispetto a quelle che fanno i nigeriani”.

La senatrice di Fratelli d’Italia ha tentato di difendersi, affermando di non aver mai pronunciato quelle parole, ma Fiano l’ha di nuovo interrotta.

“La tua è una posizione di estrema destra. Difendi solo le donne violentate dagli africane, invece le altre sono di serie B. Portami in tribunale”.

Myrta Merlino ha faticato non poco a riportare la calma in studio.

  • shares
  • Mail