I Medici 2 | Conferenza Stampa | Mercoledì 10 ottobre 2018

La conferenza stampa di mercoledì 10 della seconda stagione della serie. Liveblogging dalle 12.30.

  • 12.30

    Inizia la conferenza. Viene ribadito il ruolo centrale nella serie di Lorenzo il Magnifico, interpretato da Daniel Sharman, accolto calorosamente dalla platea insieme a tutto il cast.

  • 12.35

    Andreatta: "La Rai ha investito molto affinché il nostro patrimonio culturale e storico venga diffuso attraverso il mezzo della serie in tutto il mondo. Un grande affresco diviso in due parti: la giovinezza di Lorenzo - da guida alla Congiura dei Pazzi - e la sua maturità, il cui sarà tema centrale di una terza stagione della serie, in onda il prossimo anno.

  • 12.40

    Andreatta: "Come servizio pubblico, è importante costruire uno star-system di giovani italiani che possano competere con lo spettacolo internazionale. Abbiamo cercato di raccontare il Rinascimento come una grande storia familiare, che è anche romanzo di formazione: si parla dei grandi temi con cui la trama non parla solo al passato, ma anche al presente".

  • 12.43

    Viene sottolineato il livello crescente nella cura dell'immagine e del dettaglio, anche nella realizzazione della colonna sonora e dei costumi, realizzati da botteghe artigiane. Si è girato in Toscana, in Lombardia e nell'area di Roma.

  • 12.45

    Matilde Bernabei, presidente di Lux Vide: "Nuova scommessa vinta, il livello della produzione è altissimo e ciò ci ha permesso di realizzare un prodotto di grande successo anche all'estero: per Canada e UK sono serie originali Netflix; grande dose di sogno e di desiderio di andare oltre, che ha portato ad un accordo con la Rai per la realizzazione di mini-serie che racconteranno i momenti più importanti della nostra storia rinascimentale".

  • 12.50

    Viene sottolineata durante la conferenza la modernità della figura di Lorenzo, simbolo di una giovane generazione che vuole sovvertire l'ordine delle cose, che si oppone al conservatorismo dei Pazzi. Nella seconda stagione dedicata a Lorenzo il Magnifico, si parlerà di come l'uomo riuscirà a risollevarsi dopo la morte del fratello. La produzione è già stata venduta in quasi 100 territori.

  • 12.55

    Jan Michelini, uno dei due registi, si ritiene molto soddisfatto del proprio lavoro. Il regista italiano ha diretto la seconda metà degli episodi; grande orgoglio per aver avuto la possibilità di girare le scene nel nostro territorio.

  • 13.00

    Alcune curiosità dal set, animato da un cast stellare: dalla carrozza finita nel fosso, ai maiali scappati a Volterra. Si percepisce l'alchimia tra gli attori, "grandi professionisti".

  • 13.05

    Sean Bean, che nella serie veste i panni di Jacopo de' Pazzi, sottolinea la differenza che ha percepito tra la famiglia pragmatica dei Pazzi e quella rivoluzionaria dei Medici. "Mi fa tenerezza Jacopo, si perde tanto del bello che lo circonda", dichiara l'attore.

  • 13.08

    Matteo Martari (nella serie Francesco, nipote di Jacopo Pazzi) racconta il suo personaggio. Sarah Perish, che veste i panni di Lucrezia Tornabuoni, madre di Lorenzo il Magnifico e Giuliano de' Medici, sottolinea la modernità del suo personaggio, una femminista ante litteram.

  • 13.12

    Alessandra Mastronardi recita il ruolo di Lucrezia Donati, fine poetessa che si innamora di Lorenzo, della sua anima e delle sue fragilità, prima che questi diventi "Il Magnifico", facendosi poi da parte per il dovere dello Stato. Aurora Ruffini è Bianca, la sorella di Lorenzo, che si innamora di uno dei membri della famiglia dei Pazzi, compiendo un grave errore. Si ripropone lo schema classico à la Romeo e Giulietta, testimoniato dalla storia.

  • 13.18

    Synnove Karlsen è Clarice Orsini, moglie di Lorenzo il Magnifico. Bradley James è Giuliano de' Medici (muore, ma non è spoiler, solo storia), il secondo che non soffre poi così tanto la competizione col fratello maggiore Lorenzo. Un playboy, al contrario del fratello erudito, che può permettersi di godere in tranquillità i privilegi che derivano dal suo nome. Profondo affetto, però, tra i due fratelli.

  • 13.25

    Daniel Sharman è venuto due settimane prima delle riprese da solo per calarsi perfettamente nei panni del personaggio da lui interpretato, Lorenzo de' Medici, il protagonista. "Ho voluto farlo per essere all'altezza degli altri membri del cast che sanno cogliere i dettagli; questi dettagli devono poi essere messi da parte per vivere la vita di un uomo che si pone mille dubbi ed ansie, le stesse che provo io come attore".

  • 13.35

    Grandi complimenti per la sceneggiatura, che ha saputo cogliere la modernità nel passato. Domande dalla platea dei giornalisti sulla reputazione dell'Italia all'estero, la scelta di un casting "bello" - forse troppo per come i Medici vengono rappresentati negli affreschi - e sull'importanza delle figure delle donne. A rispondere è Daniel Sharman, che replica: "Non credo che ci sia questa immagine negativa nello spettacolo". Un casting troppo bello? Veicolare il messaggio con qualcosa di gradevole alla vista è più semplice e i genotipi rinascimentali sono ormai scomparsi. Alcune delle attrici del cast evidenziano la completezza e la modernità delle donne dell'epoca, ben più che semplici nomi sui libri di storia.

  • 13.42

    Daniel Sharman a proposito della sua carriera passata, da attore shakespeariano e protagonista di fantasy: "Il mio unico lavoro per Lorenzo è stato fondere l'uomo Lorenzo con me stesso, non rappresentare tutto quello che Lorenzo è stato. Sento una grande responsabilità". Sex symbol? "Penso di essere ancora un perdente, sono venuto su molto tardi, chiedete a Bradley".

  • 13.47

    La serie arriverà in anteprima su Raiplay coi primi due episodi il 16 ottobre. Il budget rispetto alla prima stagione è stato ridotto a 25 milioni di euro: il grande investimento del primo progetto, con Dustin Hoffman nel cast, non è più necessario perché ormai "tutto il mondo sa che l'Italia sa fare grande serialità". La serie ha un valore politico? Sì, ma non solo per il nostro paese.

  • 13.53

    Otto episodi per un filtraggio necessario degli eventi storici, di cui viene raccontato l'essenziale; non mancheranno, però, una o due sequenze di azione tragiche e corali.

  • 13.57

    Sembra che negli Stati Uniti siano arrivate quelle nozioni sulla nascita della civiltà moderna e di politica moderna di cui l'estero era alla ricerca nella serialità. Lo sceneggiatore: "Penso che Firenze sia la testimonianza del potere dell'arte e Lorenzo è un martire della causa. Una storia bella e commovente e mi auguro che la gente amerà la serie per lungo tempo".

  • 14.00

    In chiusura: quanto de Il Trono di Spade si è riusciti ad inserire nella trama? C'è l'intrigo politico, c'è la contesa famigliare e una doppia visione del mondo, ma le storie sono completamente diverse. Sean Bean: "Non ci sono i draghi".

Oggi, mercoledì 10 ottobre 2018, a partire dalle ore 12.30, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione de I Medici 2, la serie-evento firmata Wild Bunch e Rai Fiction, in collaborazione con la casa di produzione italiana Lux Vide, in onda su Rai 1 dal prossimo 23 ottobre.

I Medici 2 | La seconda stagione


La seconda stagione della serie, che arriva a due anni di distanza dalla prima, punta i riflettori sulla figura di Lorenzo il Magnifico, interpretato dall'attore Daniel Sharman, uomo di ingegno politico e grande mecenate. Protagonista del Rinascimento italiano, Lorenzo de' Medici si occupò di rendere Firenze capitale indiscussa dell'arte europea, chiamando a lavorare per la città alcuni tra i più influenti scultori, pittori ed intellettuali della sua epoca. A minacciare il suo predominio, Jacopo de' Pazzi, autore della celebre congiura del 1478, in cui trovò morte Giuliano (Bradley James), fratello di Lorenzo. Nel cast ancora Alessandra Mastronardi, che interpreterà la parte dell'amante di Lorenzo Lucrezia Donati; Raoul Bova (papa Sisto IV) e Filippo Nigro (Luca Soderini).

I Medici 2 | Conferenza stampa


TvBlog seguirà da Firenze in tempo reale la conferenza stampa di presentazione della serie-evento, a partire dalle ore 11 di oggi, mercoledì 10 ottobre 2018.

 

  • shares
  • Mail