Quarto Grado, un Pomeriggio Cinque in abito da sera

Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero tornano a indagare sui casi di cronaca nera. Diretta e recensione su Tvblog.

Risulta davvero difficile non provare imbarazzo quando al termine di una puntata di tre ore e mezza - tre ore e mezza - di omicidi, gente scomparsa e crollo del ponte Morandi, Gianluigi Nuzzi chiede agli opinionisti il caso che li ha maggiormente colpiti.

Nonostante le buone intenzioni (una campagna contro il femminicidio, il blocco finale nel quale Tullio Solenghi a Genova elenca in maniera molto struggente i morti di Genova e parte del pubblico che indossa la maglia "Genova nel cuore), il programma sembra la versione in abito da sera di un qualunque format del daytime dedicato a casi di nera, un Pomeriggio Cinque patinato.

Documenti esclusivi la maggior parte delle volte già visti in altri programmi come Chi l'ha visto?,  domande poco intelligenti fatte dai giornalisti a genitori disperate (ma davvero si può dire a una mamma "Lei voleva molto bene a Gessica ..."), ma soprattutto un certo protagonismo di una cronista nel caso di Marco Vannini, che si frappone tra la madre e Federico Ciontoli pur di ricavarne qualcosa durante una telefonata.

Altri accorgimenti come il laboratorio dall'altra parte dello studio, i pareri abbastanza prevedibili di alcuni esperti o il pubblico giustamente silente servono solo a dare al programma la parvenza di una trasmissione diversa dalle altre che si occupano prevalentemente di cronaca nera.

 

00.38 | Si chiude con un filmato in cui Tullio Solenghi a Genova legge i nomi dei morti durante il crollo del ponte di Genova. Appuntamento a venerdì prossimo.

00.31 | Nuzzi chiede agli opinionisti quale storia li abbia colpiti maggiormente. Ma che domande sono? Ognuno fornisce risposte diverse.

00.19 | 1800 persone sono state impiegate per cercare la ragazzina nel bosco.

00.13 | Il giornalista chiede al testimone il cellulare, ma non lo dà. Qualcuno dice che non l'ha vista. Nessuno gli crede in paese.

00.10 | Un testimone racconta di aver visto la bambina su una panchina che si girava i pollici. Iuschra faceva davvero questo gesto.

00.04 | Gli speleologi hanno controllato le oltre 100 grotte carsiche del bosco di Serle. Impiegati anche i cani, i volontari, ma nulla.

00.00 | Blocco dedicato a Iuschra, la 12enne autistica sparita nel nulla durante la gita in un bosco pieno di strapiombi (ne aveva parlato Chi l'ha visto?). Nuzzi dice che purtroppo pochi in Italia parlano di questa storia. La piccola è scomparsa il 19 luglio.

23.56 | Viene intervistato Davide Di Giorgio, l'autore del celeberrimo video che fa vedere il crollo del ponte: "Ero in ufficio e in quel momento diluviando stavo riprendendo il manto. Poi ho ripreso quello che tutti avete visto".

23.45 | Il conduttore: "Adesso vado in camerino a prendermi una pasticca per lo stomaco". Siamo all'autoreferenzialità.

23.38 | Nuzzi mostra dei documenti che indicavano già 50 anni fa criticità sul ponte Morandi.

23.28 | Nuzzi dice che sta aspettando degli scatoloni di documenti.

23.18 | Viene mostrato un filmato in bianco e nero in cui Riccardo Morandi spiega il suo ponte.

23.12 | Parte un blocco sul ponte Morandi.

23.05 | Una collaboratrice in studio trova un collegamento tra questo omicidio e Il talento di Mr. Ripley. Tutto questo sembra un contorno per nascondere un sottofondo di morbosità.

22.57 | Federico dice che chiarirà con la madre. Nuzzi al rientro in studio dice che fatica a credere alla versione data dal ragazzo.

22.53 | Il ragazzo chiede di vedersi con la signora ma senza giornalisti. "Senza di loro il caso sarebbe stato chiuso", urla la donna.

22.50 | Confronto telefonico tra Federico Ciontoli e la mamma di Marco. A mediare Anna Boiardi. "Mi fai pena", urla la madre. "Hai avuto tre anni per parlare con me", continua la signora.

22.39 | La giornalista dice che Ciontoli le ha chiesto il follow su Instagram. Lei ha preferito chiedere un incontro.

22.36 | "Se vuoi parlare cercami al telefono" dice il ragazzo; "Mi hai sbattuto il telefono in faccia!", risponde la cronista. "Forse ero al lavoro", ribatte Ciontoli. "Da 2 anni sei a lavoro!", replica lei. Non capisco il senso di tale documento.

22.35 | Video di un battibecco tra l'accusato, condannato per omicidio colposo, la sorella e la giornalista del programma. I due sono infuriati perché si sono sentiti pedinati da quest'ultima.

22.30 | Si torna in studio con il caso di Marco Vannini, trovato morto a casa di Federico Ciontoli.

22.24 | Nuzzi invita la mamma di Gessica a non rassegnarsi. Applausi dal pubblico in studio.

22.20 | Gessica aveva due telefonini, uno smartphone e uno senza internet. La Viero chiede all'informatico forense se quest'ultimo dà questa informazione. Per Meluzzi nel cuore delle donne c'è sempre un abisso di mistero. L'opinionista cita Perfetti sconosciuti.

22.16 | Nuzzi chiede alla madre se ha dei sospetti. La signora non ne ha. Nuzzi fa la stessa domanda al fratello. Ma non sarebbe pericoloso dirlo in televisione?

22.12 | "Lei voleva tanto bene a Gessica", dice la giornalista alla madre, ovviamente disperata. Ma ancora con queste frasi, nel 2018?

22.08 | Gessica ultimamente era parecchio dimagrita. La donna aveva 4 figli.

22.03 | Un mese fa "Gessica è uscita di casa, ha baciato la mamma con un rossetto fucsia e poi è sparita nel nulla", dice Nuzzi in collegamento con la signora della scomparsa. Forse prima ha baciato la mamma e poi è uscita.

21.56 | Una giornalista invita il pubblico a mandare foto con le scarpe rosse per dire no al femminicidio. Le foto faranno parte della sigla del programma.

21.55 | La sorella è molto offesa dalla cattiveria di tante donne su Manuela.

21.54 | Una giornalista intervista la sorella di Manuela. La ragazza non sapeva come tutti della relazione della defunta con Fabrizio.

21.52 | Ad ognuno la vicenda ricorda un omicidio diverso. Intanto si cerca il coltello che Fabrizio ha usato per tagliarle la gola. Un primo coltello è stato comunque sequestrato.

21.49 | Fabrizio dopo l'omicidio raggiunge la famiglia ad Alghero. Per Picozzi questi assassini sono definiti psicopatici, non hanno alcun tipo di emozione, ma pienamente capace di intendere e di volere. Le domande in studio sembrano al momento chiacchiere da bar.

21.46 | La gola di Manuela, nascosta in un sacco della spazzatura, ha un taglio profondo. Gli inquirenti non credono all'ipotesi dell'incidente. Nuzzi dice in studio che ricorda Parolisi, definito il re dei bugiardi.

21.38 | Il pomeriggio di sabato 28 luglio una telecamera dell'appartamento di Manuela riprende i suoi movimenti. Si dirige verso la porta con un sacchetto. Manuela ha appuntamento con Fabrizio. Non si capisce cosa sia successo dopo.

21.35 | Nuzzi si fa una domanda: "Come è possibile uccidere la propria compagna e andare in spiaggia a spalmarsi la crema in spiaggia?".  Si parla della morte di Manuela, 35 anni, impiegata in un ufficio della Uil di Brescia. Viveva con Matteo, l'ex fidanzato con cui aveva comprato casa. Poi si è messa con Fabrizio Pasini, sindacalista conosciuto al lavoro. Lui ha una moglie e due figli e litigano spesso.

21.33 | Si apre la puntata con i tragici fatti del ponte di Genova. "Ogni giorno attraversiamo dei ponti Morandi". Alessandra Viero si chiede se i ponti siano sicuri. Nuzzi annuncia un film mai visto della tragedia realizzato dai loro inviati. Oggi tutto il pubblico indossa la maglietta "Genova nel cuore".

Stasera in prima serata su Rete 4 torna Quarto Grado, al giro di boa della decima edizione. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero. La squadra del programma della rete diretta da Sebastiano Lombardi riprende ad indagare su casi di cronaca, vicende irrisolte e cold case che da anni attendono la verità.

Tutta la redazione della trasmissione a cura di Siria Magri - da sempre impegnata a seguire le principali vicende di nera e che, con le sue scrupolose inchieste giornalistiche, talvolta contribuisce al lavoro dei magistrati - continua nel suo impegno contro la violenza domestica, in particolare quella sulle donne.

A Quarto Grado tornano anche gli esperti e gli ospiti fissi chiamati a commentare e spiegare il dettaglio dei casi: tra gli altri, Luciano Garofano, Alessandro Meluzzi, Massimo Picozzi, Carmelo Abbate, Grazia Longo e Sabrina Scampini.

Tra i casi della prima puntata, ad un mese esatto dall’accaduto, il crollo del Ponte Morandi a Genova, per il quale lo scorso 14 agosto hanno perso la vita 43 persone.

Quarto Grado | Dove vederlo


Si può seguire il programma su Rete 4 dalle 21.10 oppure in diretta streaming su Mediaset Play selezionando il canale.

Quarto Grado | Second Screen


Si rinnova, infine, anche lo stretto rapporto che lega Quarto Grado con i suoi telespettatori, una community online molto attiva - i quartograders - che ogni venerdì commenta e interviene in diretta via Facebook, Messenger e Twitter.

 

  • shares
  • Mail