Ficarra e Picone su Rai 1 con Aristofane: "La cultura può salvarci dall'imbarbarimento"

I due palermitani nella prima serata del 1° settembre con la commedia Le Rane.

Dopo aver affidato alle piroette di Roberto Bolle l'apertura dell'anno civile, Rai 1 sceglie di puntare nuovamente sull'arte per un secondo "primo" dell'anno, quello settembrino, che apre di fatto le porte alla nuova stagione televisiva. Sabato prossimo la rete ammiraglia del servizio pubblico accoglierà in prima serata Le rane di Aristofane, nell'interpretazione di Ficarra e Picone.

I due attori siciliani hanno riportato recentemente in scena lo spettacolo al Teatro Greco di Siracusa, dal 12 al 15 luglio scorsi, diretti da Giorgio Barberio Corsetti e con la regia televisiva di Duccio Forzano. La commedia ha come protagonisti il dio del teatro Dioniso, di cui veste i panni Salvo Ficarra, e il servo pelandrone Xantia, incarnato da Valentino Picone. I due compagni si avventurano negli inferi per riportare sulla terra l'adorato drammaturgo Euripide, ultimo grande rappresentante della tragedia.

Dalle colonne di Tv Sorrisi e Canzoni, la coppia di comici ha rivelato i retroscena dello spettacolo, soffermandosi anche sul significato della proposta in prima serata di una commedia antica; un'inconsueta alternativa alle serie televisive o ai varietà del sabato sera, giorno di programmazione dell'evento:

È come avere una macchina del tempo per tornare a più di 2.400 anni fa, nella culla della comicità. Questa commedia ha un significato ancora attuale: la cultura può salvarci dall'imbarbarimento e dalla decadenza.

E per quanto concerne lo studio del testo per la rappresentazione? I due hanno dato credito alla traduzione italiana della commedia di Olimpia Imperio, docente di Lingua e Letteratura Greca all'Università di Bari. Picone, in particolar modo, non avrebbe avuto alternativa:

Al liceo le versioni io le copiavo. Ma dopo tanti anni il reato è caduto in prescrizione.

Uno spettacolo che rimane fedele all'originale aristofaneo, ma che è stato reinterpretato secondo modelli stilistici moderni, con Dioniso in sneakers e il servo in completo tartan, tali da poter catturare l'attenzione anche del pubblico generalista della rete. "Ci sono momenti esilaranti e tanti travestimenti" garantisce Ficarra, mentre Picone mette in guardia i puritani che "si ride anche di pancia, con varie scurrilità".


 











Visualizza questo post su Instagram



















 

#LeRane #Siracusa #teatro #ficarraepicone #Aristofane Foto @olimpianigriscosattini


Un post condiviso da ficarraepicone (@ficarraepicone) in data:


I due palermitani, che puntano alla missione di Aristofane, quella di offrire il proprio contributo per la salvezza della propria patria, torneranno al bancone di Striscia la notizia a febbraio. Ad ottobre lo spettacolo raggiungerà i teatri italiani, ma nel frattempo i due procedono nella scrittura del loro prossimo film, quello che seguirà L'ora legale del 2017.

  • shares
  • Mail