Tredici, ricco aumento per i membri del cast della serie Netflix

Forte aumento di contratto per i membri del cast di 13 Reasons Why

tredici-13-reasons-why.jpg

Chissà se i membri del cast e i loro agenti si saranno presentati ai vertici di Netflix portando tredici ragioni per ricevere un aumento, fatto sta che in vista della terza stagione, con un occhio anche ad una potenziale quarta, i soldi che metteranno nel loro conto in banca non saranno pochi.

Battute a parte, la notizia che interessa i fan della serie tv Tredici - 13 Reasons Why è che la produzione della terza stagione della serie tv di Netflix è iniziata con i membri del cast principale che hanno firmato un nuovo accordo. Esclusa Katherine Langford, che ha lasciato la serie tv alla fine della seconda stagione, non si tratta di un accordo che ne salva la permanenza nella serie, ma di un rinnovo per ottenere l'aumento.

Secondo quanto riporta deadline Dylan Minnette, che di fatto sarà considerato il protagonista di Tredici - 13 Reasons Why, guadagnerà 200 mila dollari ad episodio, mentre Brandon Flynn, Alisha Boe, Justin Prentice, Christian Navarro, Miles Heizer, Devin Druid e Ross Butler arriveranno a 135 mila dollari ad episodio con la possibilità di salire a 150 mila dollari nel caso di rinnovo per una quarta stagione.

Queste cifre sarebbero molto vicine alle richieste dei rappresentati degli attori che nelle prime due stagioni viaggiavano su cifre molto più basse: Minnette, che tra tutti era il più conosciuto, guadagnava 80 mila dollari ad episodio, mentre gli altri tra il 20 e i 60 mila dollari ad episodio.

I ragazzi di Tredici seguono così quanto fatto da quelli di Stranger Things che in vista del rinnovo per una terza stagione hanno ottenuto il rinnovo intorno a 250 mila dollari a episodio. Da un punto di vista meramente matematico l'investimento per Tredici sarà maggiore considerando il diverso numero di episodi: 8 per Stranger Things, 13 per 13 Reasons Why - Tredici.

I vertici di Netflix sono molto entusiasti di Tredici una serie tv "molto popolare e di successo" secondo il CEO di Netflix Reed Hastings, anche se come sempre capita con i servizi di streaming, non ci sono dettagli specifici sui numeri della serie, anche se pare che Netflix avrebbe detto a Paramount e Anonymous Content durante le negoziazioni, che ci sarebbe stato un calo tra prima e seconda stagione.

Intanto il cast dopo la prima lettura del copione, avrebbe organizzato una cena per festeggiare la nuova stagione. E chissà se pagherà Dylan Minnette visto che è l'attore che guadagna di più.

  • shares
  • Mail