Lost, Evangeline Lilly: "Costretta a girare seminuda alcune scene". I produttori "Sinceramente dispiaciuti"

Evangeline Lilly ha ammesso di aver girato alcune scene di Lost sentendosi a disagio. Immediate le scuse dei produttori

evangeline-lilly.jpg  

Disagio e sconforto sul set della serie tv che ha lanciato la sua carriera: ad ammetterlo Evangeline Lilly, una delle protagoniste di Lost, che ha confessato che durante le riprese dello show ha sentito il proprio personaggio, Kate, perdere autonomia e diventare una semplice pedina all'interno del triangolo che vedeva lottare per conquistarne il cuore Jack (Matthew Fox) e Sawyer (Josh Holloway).

Lo sfogo è arrivato durante un'intervista nel podcast The Lost Boys. L'attrice ha confessato di aver vissuto una brutta esperienza durante le riprese della terza stagione della serie cult:

"Sono stata di fatto costretta a girare una scena parzialmente nuda, non avevo scelta. Mi sentivo mortificata, tremavo, ho pianto, ma poi ho girato una scena molto forte".

Non sarebbe stato l'unico episodio in cui la Lilly avrebbe risentito delle scelte degli autori legate a Kate:

"Nella quarta stagione, c'era un'altra scena in cui Kate doveva essere svestita. Ho lottato per poter avere il controllo di quella scena, ma ho fallito ancora. Allora ho detto 'è abbastanza. Scrivete quello che vi pare, non girerò queste scene. Non mi toglierò più i vestiti di dosso in questa serie. E non l'ho fatto".

"Ho lanciato dei copioni, mi sentivo molto frustrata dalla riduzione di autonomia e di storia che il personaggio di Kate ha subìto"

, ha rivelato poi l'attrice. Parole che, in un periodo storico in cui il movimento #MeToo e le numerose accuse di attrici dello star system ad attori, registi e produttori gettano un'ombra anche su una serie che fino ad oggi non era stata toccata da rivelazioni così pesanti.

Proprio per questo, poche ore dopo le dichiarazioni della Lilly, i produttori esecutivi di Lost J.J. Abrams, Carlton Cuse, Damon Lindelof e Jack Bender hanno diffuso un comunicato in cui chiedono pubblicamente scusa per quanto provocato all'attrice:

"La nostra reazione ai commenti di Evie alla stampa è stata immediatamente quella di contattarla per chiederle profondamente scusa per l'esperienza che ha raccontato di aver vissuto sul set di Lost. Non siamo ancora riusciti a sentirla, ma restiamo profondamente e sinceramente dispiaciuti. Nessuna persona dovrebbe sentirsi a disagio sul posto di lavoro. Punto".

Nessuna risposta da parte della Lilly, che proprio qualche settimana fa aveva detto che, se fosse contattata per un revival di Lost, non avrebbe accettato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail