Tg La7, fuori onda di Rocco Casalino. Ma Mentana rientra in studio: "Non abbiamo bisogno di mezzucci"

Durante la Maratona Mentana il direttore intercetta un fuori onda di Rocco Casalino, ma poi torna in studio: "Non è corretto, non abbiamo bisogno di mezzucci". E difende l'ex gieffino

maratona-mentana.jpg

Nessun inganno, nessun tranello. Maratona Mentana intercetta un fuori onda di Rocco Casalino ma sceglie di non infierire, decidendo di tornare in studio.

No, non è corretto, usciamo” dice Enrico Mentana, nonostante fosse stato proprio lui lunedì pomeriggio ad interrompere in fretta e furia l’intervento di Tommaso Labate per collegarsi con Paolo Celata che, con cameraman a seguito, aveva avvicinato il capo della comunicazione dei Cinque Stelle.

In quei pochi secondi di live ‘rubato’ (QUI il video dal minuto 174) si sente l’ex gieffino parlare del contratto di governo, spiegando come diversi argomenti del Movimento collimino con quelli della Lega.

mentana.jpg

Celata in quel momento sta prendendo appunti, ma probabilmente ascolta l’indicazione del direttore del Tg La7 di collegarsi con lui. Passa qualche istante e Casalino chiede rassicurazioni: “Stai registrando?”. La risposta è “no”, ma a quel punto è Mentana a fare dietrofront, capendo che le intenzioni non erano di un’intervista.

“Il capo della comunicazione dei Cinque Stelle ha chiesto se stessimo registrando. Celata è stato onesto, non sapeva che eravamo collegati. Non mi importa di carpire le cose quando ce le può raccontare lo stesso Celata. Non abbiamo bisogno di mezzucci, ce le racconterà lui nel loro succo”.

C’è pure tempo per una difesa nei confronti di Casalino, preso di mira negli ultimi tempi per i suoi trascorsi nella casa del Grande Fratello. Una partecipazione risalente al lontano 2000, che per Mentana non può essere rinfacciata in eterno.

“Partecipò alla prima edizione del Grande Fratello, ma continua ad essere citato. Quindici anni fa molti altri protagonisti della scena politica facevano altre cose. Non possono essere le uniche stimmate quelle del Gf. Che poi Casalino fa il suo lavoro né meglio né peggio di altri portavoce che magari sono stati ad Harvard”.
  • shares
  • Mail