M, Bettino Craxi sarà interpretato dal figlio Bobo

Nei quattro speciali che M dedicherà al caso Moro, la figura di Bettino Craxi sarà interpretata dal figlio Bobo. Il programma di Santoro ripercorrerà i 55 giorni del sequestro

craxi

Farà effetto vedere Bobo Craxi nei panni di papà Bettino. Accadrà da giovedì sera, quando su Raitre tornerà per quattro puntate M, il programma di Michele Santoro interamente dedicato al caso Moro.

Un racconto monografico che vedrà al centro il presidente della Democrazia Cristiana, a quarant’anni esatti dalla sua uccisione ad opera delle Brigate Rosse.

M (qui la conferenza stampa) intreccerà la docufiction con il teatro in diretta, esperimento già testato in passato dal giornalista campano, con i protagonisti dell’epoca che rivivranno nella messa in scena di numerosi attori. Non nel caso dell’ex Presidente del Consiglio, interpretato dal figlio, chiamato a dare voce alle parole dello storico esponente socialista.

Nella fiction ci saranno tra gli altri Ninni Bruschetta, che darà il volto ad Enrico Berlinguer, mentre Andrea Tidona, Carmelo Galati e Diego Verdegiglio saranno rispettivamente Licio Gelli, Mino Pecorelli e Francesco Cossiga.

santoro-m.jpg

In diretta, oltre allo stesso Craxi, interverranno invece Remo Girone (Giulio Andreotti), Paola Pitagora (Eleonora Moro) e Alessandro Haber, che darà la voce al misterioso Capitano G. Aldo Moro sarà infine interpretato da Gaetano Aronica.

I cinquantacinque giorni del sequestro, partito il 16 marzo con l’uccisione dei componenti della scorta, saranno rivissuti in studio come se la storia si svolgesse in tempo reale. Ai telespettatori verrà chiesto di interagire su temi che all’epoca divisero l’opinione pubblica, come sull’eventualità o meno di trattare con le Br per arrivare alla liberazione di Moro.

  • shares
  • Mail