Michele Guardì ricorda a TvBlog Tony Cucchiara

Scomparso Tony Cucchiara, il ricordo di Michele Guardì

Michele Guardì ricorda a TvBlog Tony Cucchiara

E' morto a Roma all'età di 80 anni Tony Cucchiara. Artista composito, Cucchiara è stato cantante, autore di teatro, musical e programmi televisivi di grande successo. Debutta in Rai nel 1960 grazie a Pippo Baudo di cui diventa amico, ma è con due altri agrigentini come lui, Michele Guardì e Pippo Flora, che nasce un sodalizio artistico che si trasforma in sincera amicizia, che durerà per tutta la vita.

Fra le manifestazioni che lo hanno visto fra i protagonisti ricordiamo il Cantagiro, Un disco per l'estate ed il Festival di Sanremo. Cucchiara poi si dedica alla scrittura di tante commedie musicali, ricordiamo Caino e Abele, Storie di periferia, La baronessa di Carini e Pipino breve. Da 15 anni era fra gli autori del programma del week end di Rai1 Unomattina in famiglia, diretto dal suo amico Michele Guardì.

TvBlog ha chiesto proprio al suo grande amico Michele Guardì un ricordo, ecco cosa ci ha detto poco fa:

Voglio ricordare Tony per la sua arte, certo, ma anche per la sua grande umanità. Umanità che traspare da ogni testo, da ogni brano musicale che porta la sua firma. Tony é stato un apprezzatissimo cantante negli anni sessanta. Ha partecipato alle manifestazioni di maggiore rilievo:da Sanremo al Cantagiro al Disco per l’estate.

Dove però ha svettato da protagonista é sicuramente il mondo del teatro musicale. Negli anni settanta si é imposto come il primo autore italiano di musical. Con Caino e Abele, immediato successo al SIstina di Roma ha aperto una nuova linea alla quale , da quel momento, si sono richiamati tutti gli altri autori italiani. Quel musical, per Tony, é stato il primo di una serie di altri successi come “Pipino il breve” che lo hanno portato fino si palcoscenici di Broadway.

Per più di venti anni ho avuto la gioia e l’onore di lavorare con lui in trasmissioni televisive come Mattina in Famiglia della quale fino a pochi giorni fa é stato una delle colonne.

Michele Guardì

  • shares
  • Mail