TvBlogger per l’estate 2009/4 – La Tribù dei miracolati della tv

Un post di denuncia piuttosto schietto, quello del nostro affezionato lettore HotelP, che mi sento di pubblicare e di condividere per buona parte. Dall’analisi di alcuni personaggi e situazioni televisive, rispetto alla stagione autunnale che verrà, ne deriva un rapporto visibilità/merito decisamente sproporzionato. E a farne le spese è, ahinoi, la conduttrice più criticata dalla

    Un post di denuncia piuttosto schietto, quello del nostro affezionato lettore HotelP, che mi sento di pubblicare e di condividere per buona parte. Dall’analisi di alcuni personaggi e situazioni televisive, rispetto alla stagione autunnale che verrà, ne deriva un rapporto visibilità/merito decisamente sproporzionato. E a farne le spese è, ahinoi, la conduttrice più criticata dalla rete negli ultimi tempi: Paola Perego. Lord Lucas.

Quelli che.. ancora in video (nonostante tutto)
di Paolo Veronese (HotelP)

paola perego Ci sono personaggi televisivi che, reduci da flop immani, poco amati dal pubblico e/o visibilmente avversi al mestiere, riescono sempre e comunque a ritrovare il loro posto al sole in tv, e le ragioni di ciò rimangono, almeno a me, comune e ingenuo telespettatore, ogni volta oscure. Comincio la breve ma significativa carrellata allacciandomi ad alcune scelte televisive che non mi sono francamente molto chiare riguardanti la prossima stagione televisiva.

Una delle novità più attese (?) è probabilmente il reality “La Tribù” nato da un’idea di Silvio Testi: niente di troppo innovativo, almeno a giudicare da quanto si sa già, ma sicuramente un “canovaccio” un po’ rivisitato in cui inserire gli ingredienti soliti del genere. La conduzione è stata affidata a Paola Perego. La stessa presentatrice che, dopo tre edizioni (con)vincenti condotte da Daria Bignardi e Barbara D’Urso, ha fatto affondare solo qualche mese fa la “Fattoria” di Canale 5.

Sono i dati Auditel a dimostrare insindacabilmente che la sua ultima prova da conduttrice, asettica, poco partecipe, oltre che naturalmente le sue scelte autorali (la Perego firmava anche lo show insieme al suo gruppo) abbiano represso lo spirito goliardico, giocoso e rurale dello show, mettendo “in scena” il vuoto pneumatico assoluto. Per non parlare di “Questa domenica” (2008/2009): uno dei programmi più criticati della scorsa stagione, a ragione bocciato da pubblico e critica. Merita su queste basi Paola Perego, mi sembra più che legittimo chiedersi, di lanciare il nuovo show di punta della prossima stagione della rete ammiraglia Mediaset?

Stesso programma, altro miracolato. Paolo Brosio sarà in collegamento dall’India, dove si svolgerà il reality. Sì, proprio lui. L’esperienza da inviato l’aveva già provata: all’ “Isola dei famosi 4” del 2006, con la quale tutti potevano facilmente accorgersi di quanto fosse poco abile a raccontare i fatti e a interagire con i concorrenti e spesso si rendeva fin troppo inopportuno (ancora ho nella mente la sceneggiata melodrammatica di cui si rese protagonista con tanto di pianto infinito dell’ultima puntata…). Mai avrei creduto di ritrovarlo (soprattutto in quel ruolo): eppure il redivivo Paolo ha l’ennesima chance di rilancio.

gregoraci

Anche a Elisabetta Gregoraci (reduce dalle fortune private) è stato trovato il modo di tornare davanti alle telecamere, dopo le precedenti performance non esattamente esaltanti. Nel prime-time di Italia Uno conduce per quattro puntate la maratona di operazioni chirurgiche di Brigitte Nielsen. Il suo ruolo è di mera introduzione e commento, ma a causa della pessima dizione e dell’inespressività assoluta riesce a sembrare completamente fuori luogo anche lì… Naturalmente l’elenco dei “miracolati” (senza offesa, of course) della tv, quelli che non piacciono all’Auditel e non sono apprezzati dalla gente, ma che resistono imperterriti davanti ai riflettori, continuerebbe, magari spostandosi anche nel versante Rai, ma forse è meglio fermarsi qui…

Ultime notizie su Paola Perego

Paola Perego è una conduttrice e attrice tv di Monza classe '66.

Tutto su Paola Perego →