Datrici di ascolto

Viene bandito il premio nazionale “DATRICI DI ASCOLTO”. Ambientato nella meravigliosa cornice naturale del golfo di Lampedusa il premio si propone di riconoscere le doti naturali delle donne che naturalmente producono audience per il solo fatto di esistere e respirare. La “location” vuole altresi’ rilanciare l’immagine dell’isola inquinata da tanti sbarchi di soggetti che per

Viene bandito il premio nazionale “DATRICI DI ASCOLTO”. Ambientato nella meravigliosa cornice naturale del golfo di Lampedusa il premio si propone di riconoscere le doti naturali delle donne che naturalmente producono audience per il solo fatto di esistere e respirare.
La “location” vuole altresi’ rilanciare l’immagine dell’isola inquinata da tanti sbarchi di soggetti che per il fatto stesso di essere negri danneggiano il turismo e abbassano gli ascolti ( si sa che l’Africa dal Rwanda al Darfour non “tira”).
In testa alla classifica delle candidate sono ovviamente le sorelle Lecciso e Bambola Ramona ma sono benvenute altre “datrici” purchè raccomandate.
Si sottolinea il valore ecologico e anche geografico del premio.
Nel panorama televisivo di oggi infatti le “datrici di ascolto”sono assimilabili per importanza ai gheisers, ai vulcani o ai depositi naturali di gas o di petrolio. Chi volesse far parte della giuria mi scriva ma soprattutto mi scrivano eventuali sponsor o qualsivoglia soggetto a piede libero che disponga di denaro liquido in eccesso da destinare a fini di rappresentanza. Astenersi Colombiani.

Mimmo Lombezzi