A DiMartedì fa troppo caldo. Salvini suda sette camicie. Floris: "Tanto ha chi gliele stira"

Fuori programma a DiMartedì. Matteo Salvini suda visibilmente a causa del caldo in studio. Floris gli dà dell'acqua e scherza: "Tanto ha chi le stira le camicie"

salvini.jpg

Matteo Salvini a Di Martedì ha sudato le sette camicie. Visti gli avvenimenti dell’ultima settimana, la battuta sarebbe fin troppo facile, ma assistendo all’intervista del segretario della Lega su La7 si fatica a trovare una definizione migliore.

Trenta minuti di faccia a faccia con Giovanni Floris sono bastati per far sciogliere il leader del centrodestra nel vero senso della parola, con il conduttore che ad un certo punto ha chiesto agli assistenti di studio di portare dell’acqua al suo ospite.

Sto sudando in maniera bestiale, non so che temperatura avete qua dentro”, ha esclamato l’onorevole. “Quando vengo da lei dimagrisco, è una forma di esercizio fisico. Almeno faccio sport, non faccio mai niente...”.

salvini2.jpg

Nonostante una camicia sempre più zuppa e una fronte grondante, Salvini non si è comunque arreso, tra ennesimi appelli al Movimento Cinque Stelle e immancabili attacchi alla legge Fornero.

Dopo aver promesso l’accensione dell’aria condizionata per le prossime occasioni, Floris ne ha approfittato per una battuta (“Le rimedio una camicia, tanto ha chi gliele stira”), a cui Salvini ha replicato con ironia: “Se torno da Elisa (Isoardi, ndr) conciato così, mi dice ‘mica eri in tv, dove sei andato?’”.

  • shares
  • Mail