E Poi C'è Cattelan, polemica per la battuta su Mango

I fan del cantante lucano scomparso nel 2014 insorgono contro Alessandro Cattelan

epcc.png

Il mondo della musica insorge di nuovo contro E Poi C'è Cattelan, il programma che va in onda in seconda serata su Sky Uno condotto da Alessandro Cattelan. Dopo le polemiche nei confronti del conduttore per le frecciate a Ermal Meta, ora a finire nel mirino è stato uno dei giochi proposti in trasmissione, in cui gli autori hanno fatto indovinare il titolo di un film, "Ultimo Mango a Parigi", giocando sul nome del cantante morto per un infarto nel 2014, durante un'esibizione. La cosa curiosa è che la puntata è andata in onda il 25 gennaio scorso, ma la polemica è nata solo adesso, dopo la replica di pochi giorni fa.

L'ospite della puntata era Frank Matano, e Cattelan ha spiegato le regole del gioco:

L’episodio è tratto da una storia vera. C’è questo famoso cantante lucano, della Basilicata, che deve andare a Parigi per un concerto ma poi si esibisce il giorno prima da un’altra parte e muore

Il tutto, ovviamente, è stato detto in tono scherzoso, con risatine e battute, ma non tutti i fan del cantante scomparso hanno apprezzato. Qualcuno, quindi, ha postato sui social il video incriminato, ed è cominciata una pioggia di critiche nei confronti del conduttore. Perfino il fratello di Pino Mango, Armando, ha commentato su Facebook l'episodio: "Ma che satira sarebbe questa? Non aggiungo parole a tutto questo schifo che ha origini lontane, vergogna", e ha ricevuto moltissimi messaggi di sostegno.

Alessandro Cattelan si è poi scusato:

Sto leggendo le reazioni a questo spezzone. Ovviamente non voleva essere offensivo. Era solo un gioco di parole tra il titolo del film e il nome di Mango. Mi spiace se la cosa ha offeso qualcuno, ma non voleva essere una mancanza di rispetto. Un abbraccio

  • shares
  • Mail