Hello Goodbye, Pablo Trincia a Blogo: "Un programma che ricrea l'intimità di una persona in un contesto opposto, unisce la narrazione all'emozione"

Hello Goodbye, Pablo Trincia racconta a Blogo il nuovo programma in partenza da venerdì 6 aprile, alle 22,40, su Real Time.

Pablo Trincia è il conduttore dell'edizione di Hello Goodbye, in partenza venerdì 4 aprile 2018, dalle 22.40, su Real Time.

Come già anticipato, il set è l'aeroporto milanese di Malpensa. Qui Trincia ascolta e "raccoglie" le emozioni, le gioie, le paure, le speranze di chi aspetta, arriva o è in partenza. Giovani che hanno deciso di cercare fortuna all'estero, persone che si raggiungono o si dividono per sempre, genitori che salutano i figli in partenza per un altro continente, emigrati che tornano nella terra natia ad abbracciare i propri cari, passeggeri al centro di partenze dolorose o di arrivi tanto attesi...

A margine della conferenza stampa abbiamo incontrato Pablo, al timone di questa nuova edizione del programma. E non potevamo non partire senza chiedergli cosa l'avesse convinto ad accettare di mettersi alla guida di questo format:

hello-goodbye-trincia.jpg

Era una sfida diversa perché si trattava di raccontare le storie stando fermi, senza doverle inseguire a tutti i costi. All'inizio avevo dei dubbi, mi chiedevo: "Mah, ci riusciremo? Sarà altrettanto interessante?". Però a me piacciono le sfide, l'ho raccolta, ho imparato delle cose nuove e io sono sempre contento quando un'esperienza mi insegna qualcosa. Questa mi ha insegnato tanto, a ricreare un'intimità con delle persone in un contesto che è assolutamente l'opposto della privacy, il terminal di un aeroporto Mi ha insegnato a non dare per scontate le storie, le persone, a cercare una varietà di argomenti per parlare con una persona e per evitare una storia una uguale all'altra. Mi ha insegnato che ci sono storie che devi acchiappare al volo e saperle sfruttare al volo. Questo insieme di cose ha fatto sì che Hello Goodbye fosse un'esperienza nuova ma anche appassionante, molto sentita e chi lo guarderà credo che lo apprezzerà molto. Unisce la narrazione all'emozione.

Guarda l'intervista video completa a Pablo Trincia in apertura post.

  • shares
  • Mail