Gli inizi di Francesco Montanari: "Feci l'attore ad Al posto tuo. Avevamo un canovaccio"

Francesco Montanari rivela a 'Sbandati' di aver iniziato la carriera come attore nel programma di Raidue: "Avevamo un canovaccio, siamo stati sei ore in prova"

montanari2.jpg

Oggi attore affermato, un tempo figurante ad Al posto tuo. Presente e passato di Francesco Montanari, che a metà degli anni duemila partecipò al contenitore pomeridiano di Raidue.

Agli inizi feci un programma della Rai”, ha confessato durante l’ultima puntata di Sbandati. L’occasione per la rivelazione è arrivata in seguito alla messa in onda di una furibonda lite andata in scena la scorsa settimana a Lo sportello di Forum.

Ma non sono dichiaratamente attori? – si è domandato Montanari – se è così sono da Oscar”. A quel punto ecco l’aneddoto, risalente a dodici anni fa.

"Non ricordo la storia, ero seduto e siamo stati sei ore in prova. Avevamo un canovaccio. Si doveva arrivare a dei punti e c’era un assistente di studio [...] Io attaccavo delle pippe infinite, non mi ricordavo i punti e lui mi toccava la gamba".

Trasmesso dalla fine degli anni novanta fino al 2006, Al posto tuo fu spesso oggetto di feroci critiche. Tra le tante spiccava proprio quella sulla scarsa veridicità delle vicende narrate, con la prima conduttrice Alda D’Eusanio (succeduta dal 2003 da Paola Perego e infine da Lorena Bianchetti)  presa più volte di mira da Striscia la notizia.

Riguardo a Montanari, attualmente volto del magistrato Saverio Barone ne Il cacciatore, il  successo al grande pubblico sarebbe arrivato qualche tempo dopo – nel 2008 - grazie all’interpretazione del ‘Libanese’ in Romanzo Criminale, serie cult ispirata alla storia della banda della Magliana.

  • shares
  • Mail