Romanzo famigliare, serie tv Rai1: conferenza stampa

Romanzo famigliare: la presentazione della serie tv di Francesca Archibugi, in onda su Rai1 da lunedì 8 gennaio

  • 12.57

    Archibugi interpellata sulle molestie nel cinema: "È una cosa che si sa da tempo; so che succede anche in altri ambienti, non solo in questo. Il rilievo mondiale che ha avuto la vicenda è positivo". Finisce la conferenza.

  • 12.54

    Archibugi conferma che la g di famigliare nel titolo è una citazione di Ginzburg. Messeri: "No, il punto g non c'entra niente".

  • 12.53

    Archibugi: Avevo fatto Renzo e Lucia, ma era un film durava due ore; questa fiction dura 600 minuti; il progetto narrativo è diverso".

  • 12.53

    Elena Bucaccio, sceneggiatrice: "È stato un incubo, è stato durissimo. Francesca Archibugi mi ha fatto a pezzi, ma poi mi ha e ci ha ricostruito. Un regista deve fare a pezzi e poi rimontare".

  • 12.52

    Kravos: "Ho fatto scene d'amore con Giancarlo Giannini, che onore!".

  • 12.49

    Anita Kravos è Natalia: "Vive nell'ombra. La Archibugi sa dirigere molto bene gli attori. Tra colleghi siamo diventati amici. Prima delle riprese la regista ci ha fatto fare le prove". Anna Galiena assente per motivi di lavoro.

  • 12.49

    Bosca: "Francesca Archibugi è magica, sta sul set e ride, è la prima spettatrice, è una persona che un attore sente vicino".

  • 12.48

    Andrea Bosca è Giorgio: “È un vitellone di provincia, livornese, si trova in una vita che non è più la sua; è abituato a vivere sopra le sue possibilità; si trova l’amore della sua vita davanti, ma lui è rimasto Peter Pan. Questo personaggio è geniale e scemo allo stesso tempo".

  • 12.46

    Messeri scherza: "Durante gli incontri con la regista Francesca Archibugi… non sono stato molestato!".

  • 12.45

    Marco Messeri è l'autista Vanni: "È l'unico personaggio non famigliare, ma sa tutto di tutte le vicende della famiglia".

  • 12.44

    Fotinì spiega che il suo nome di battesimo significa "luminosa": "Mia madre, quella vera, è greca".

  • 12.43

    Peluso: "Questa serie fa uscire tantissimo calore umano; questa serie è fresca, usa un linguaggio quotidiano e contemporaneo, fa venire voglia di vivere!".

  • 12.43

    Fotinì Peluso (Micol, la figlia di Emma): "Non riesce a mentire alla madre, ha sentimenti limpidi. La madre si rifiuta di accettare che la figlia commetta i suoi stessi errori".

  • 12.41

    La Villoresi si complimenta con i giovani attori del cast e aggiunge: “Spero che questo film dia ancora più visibile alla Marina Militare e faccia capire quanto importante sia il lavoro che svolge”.

  • 12.40

    Pamela Villoresi interpreta Anna Maria Musumeci: "Grazie a Paolo Sorrentino ho ritrovato la gioia di recitare davanti alle telecamere. Questa è una storia scritta benissimo. Questa fiction è un film lungo; girato benissimo, pieno di poesia".

  • 12.36

    Guido Caprino interpreta Agostino, tenente di Vascello: "È una bella storia d'amore: complicata, difficile". Poi scherza: "Durante le riprese a Livorno ho fatto una settimana di navigazione sull'Amerigo Vespucci, è un'esperienza che consiglio a tutti".

  • 12.34

    Puccini: "Le riprese sono state lunghe, tante ore al giorno per tanto tempo, è stato faticoso. La Archibugi non è una che si accontenta".

  • 12.32

    Vittoria Puccini: "Mi è subito apparso chiaro quanto ci fosse di Francesca Archibugi in Emma, il personaggio che io interpreto".

  • 12.30

    Giannini: "Io sono nato con gli sceneggiati. Più volte abbiamo cercato di fare un film insieme a Francesca Archibugi, ma non ci eravamo mai riusciti. Stavolta ho detto di sì: lei è una regista di cinema. Per me è stato come lavorare al cinema, abbiamo girato come fosse un film. Mi sono trovato benissimo con Francesca".

  • 12.29

    Lorenzo Mieli di Wildside: "Il processo produttivo di una serie così è lungo; l'idea era di raccontare la famiglia su Rai1 in maniera contemporanea; la fiction tratta con verità ma anche con grande capacità di finzione la famiglia, il mondo militare e tutti gli altri temi".

  • 12.27

    Su Giannini: "È tornato a fare televisione, per me è un onore che lo faccia con questa serie".

  • 12.24

    La regista Francesca Archibugi: "Dalla Rai mi è stata data grande libertà, quasi commovente. Abbiamo lavorato insieme, sin dalla progettazione. Io volevo fare un grande romanzo ottocentesco contemporaneo; mi sono rifatta ai feuilleton di Balzac, Dickens. La Marina militare è stata determinante; avevamo bisogno di un personaggio che fosse strutturalmente un militare. Ci sono stati aspri contrasti con la Marina militare, ma alla fine abbiamo collaborato".

  • 12.23

    Teodoli nota che Livorno è una città poco vista nelle fiction tv.

  • 12.23

    Il direttore di Rai1 Teodoli: "Informazione, fiction e intrattenimento sono i tre assi che sostengono l'offerta di Rai1. La fiction è capace di entrare nelle sensibilità delle persone".

  • 12.20

    Andreatta prosegue spiegando che la fiction racconta “il punto di vista del femminile, delle nuove generazioni”.

  • 12.18

    Andreatta: "In questa fiction c'è la capacità di raccontare personaggi che rivelano la propria fragilità dietro la maschera dietro la quale si difendono".

  • 12.18

    Andreatta: "Frutto maturo di tutto il percorso compiuto in questi anni. Frutto maturo per la qualità della scrittura, per il linguaggio visivo e di regia, per la qualità del cast".

  • 12.17

    Andreatta: "Nel 2017 più di 100 serate di fiction in prima visione: 22,5% media di share, con più di 5 milioni e mezzo. È il miglior risultato dal 2009. E c’è stato anche un accrescimento del pubblico giovane e colto".

  • 12.16

    Andreatta: "Livorno fa parte della sostanza della storia che raccontiamo".

  • 12.15

    Il direttore di Rai Fiction Tinni Andreatta: "Ringrazio la presidente che ha sempre accompagnato e incoraggiato il percorso della fiction in questi anni. Ringrazio anche la ministra per la presenza".

  • 12.11

    In apertura il saluto della Presidente Rai, che fa ntoare che “la fiction è uno dei punti chiave del racconto Rai”. Quindi le parole del ministro Pinotti: "Questa fiction non racconta storie di vite militari, però ha una parte importante che si svolge nell’Accademia di Livorno, un luogo assai importante per la Marina".

2017-12-19_105930.png

Sta per iniziare nella sede Rai di Roma in Viale Mazzini la conferenza stampa di presentazione di Romanzo famigliare, la serie tv in 6 serate in onda su Rai1 da lunedì 8 gennaio alle ore 21.25. Si tratta di una coproduzione Rai Fiction – Wildside. A firmare la regia Francesca Archibugi (nella foto in apertura).

Il cast è formato da Vittoria Puccini, Guido Caprino, Fotinì Peluso, Marco Messeri, Anita Kravos, Andrea Bosca, Anna Galiena e Giancarlo Giannini.

Blogo seguirà l'incontro stampa in liveblogging. Previsti gli interventi della presidente Rai Monica Maggioni, del ministro della Difesa Roberta Pinotti, del direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta, del direttore di Rai1 Angelo Teodoli, della regista Francesca Archibugi, del produttore Wildside Lorenzo Mieli e del cast.

Romanzo famigliare, serie tv su Rai1 | Anticipazioni

La regista di Mignon è partita, Il grande cocomero, Questione di cuore, Il nome del figlio e Gli sdraiati ha diretto col suo tocco delicato la storia della famiglia Liegi e dell’anno in cui le vite dei nostri protagonisti si sono intrecciate e come micce sono esplose a ripetizione come una festa o una guerra. Un lungo racconto per il piccolo schermo, scritto con Elena Bucaccio, animato da uno sguardo pieno di verità emotiva.

  • shares
  • Mail