Victoria, su Canale 5 la saga della Regina in un drama tipicamente inglese

Su Canale 5 Victoria, serie tv che racconta la vita della Regina Vittoria d'Inghilterra, diventata Regina a soli 18 anni e che ha dovuto affrontare il compito superando la sua insicurezza

La storia della Regina Vittoria d'Inghilterra non poteva non finire sul piccolo schermo, sottoforma di drama storico su cui far catapultare il contemporaneo pubblico inglese, in cerca di un nuovo grande racconto d'epoca dopo la fine di Downton Abbey. Così Victoria, in onda da questa sera alle 21:10 su Canale 5, arriva anche in Italia, cercando di conquistare il difficile pubblico del prime time della rete ammiraglia di Mediaset.

Una sfida difficile, ma non impossibile, per una serie che arriva nel nostro Paese dopo il già citato Downton Abbey e The Crown, entrambe produzioni di nicchia ma che hanno trovato una fascia di pubblico molto affezionato. Lo stesso pubblico che potrebbe seguire con passione gli otto episodi della prima stagione della serie tv, con Jenna Coleman (Doctor Who) nei panni di Vittoria, figlia del Duca di Kent e nipote del Re Guglielmo IV, nell'Inghilterra del XIX secolo.

Quando quest'ultimo muore, Victoria diventa l'unica erede legittima al trono: la sua incoronazione avviene il 28 giugno 1938, quando la protagonista ha solo 18 anni. Inesperta ed insicura, si ritrova di fronte a compiti più grandi di lei, aiutata dai consigli dello zio Leopoldo I (Alex Jennings), Re del Belgio.

Oltre alle problematiche della sua Nazione, che si trova di fronte a profondi cambiamenti storici e culturali, la protagonista deve anche avere a che fare con l'ambizione di Sir John Conroy (Paul Rhys), il cui ruolo è quello di sovrintendente della famiglia della madre di Victoria, la Duchessa del Kent (Catherine Flemming).

Victoria riesce però a trovare la giusta sicurezza e determinazione, portando il Regno Unito a vivere uno dei periodi più floridi della sua Storia: da qui il termine "Età vittoriana", ad indicare la ricchezza economica e culturale dell'Inghilterra di quegli anni. Le ombre per il suo Regno, nei primi anni, arrivano però dalle voci di una presunta relazione con il Primo Ministro, Lord Melbourne (Rufus Sewell), smentite dal matrimonio con il cugino Alberto (Tom Hughes), da cui la protagonista avrà ben nove figli.

Traendo spunto dai diari scritti dalla Regina in persona, la prima stagione dello show percorre i primi cinque anni di Regno di Vittoria, dall'espansione dell'Impero Britannico alla seconda Rivoluzione Industriale. "Ho letto i suoi diari", ha rivelato la Coleman. "Lei era molto enfatica nella scrittura. Quello che le piaceva era redatto in maiuscolo e sottolineato, i suoi scritti erano molto completi e appassionati, ma ho trovato ancora più interessanti i suoi album con gli schizzi. È stato bello vedere il mondo tramite i suoi occhi".

Scritto da Daisy Goodwin, Victoria porta il pubblico in un'epoca di grandi innovazioni per la Gran Bretagna, non dimenticandosi il dramma, gli intrighi di Corte ed il romanticismo che hanno fatto parte del suo Regno che, con 63 anni, 7 mesi e due giorni, è il secondo più lungo della Storia d'Inghilterra, superato solo dalla nipote Elisabetta II.

Un Regno ricco di materiale che in Victoria viene raccontato con fedeltà storica e la capacità tipicamente inglese di saper coinvolgere il pubblico in un racconto del passato con personaggi accattivanti, senza risultare così troppo distante dalle serie tv del giorni nostri.

Victoria, come vederlo in streaming


E' possibile vedere Victoria in streaming sul sito ufficiale di Mediaset, e sull'app per tablet e smartphone.

  • shares
  • Mail