Ultimate Beastmaster, nella seconda stagione partecipa anche l'Italia (Video)

Nella seconda stagione di Ultimate Beastmaster, il competition show di Netflix che mette alla prova i concorrenti di sei Nazioni, ci sarà anche l'Italia, le cui prove saranno commentate da Francesco Facchinetti e Bianca Balti

Ci sarà anche l'Italia nella seconda stagione di Ultimate Beastmaster, il competition show di Netflix che sarà disponibile da domani, venerdì 15 dicembre. Già ordinata prima ancora del rilascio della prima stagione, anche la seconda stagione di questo show vedrà sei Nazioni sfidarsi in un percorso ad ostacoli tra i più difficili al mondo.

Ultimate Beastmaster, che ha tra i produttori Sylvester Stallone, evidenzia così l'intenzione di Netflix di sfruttare al massimo la sua presenza globale, con una serie che, appunto, non fa di un solo Stato il centro assoluto del racconto, ma che coinvolge più Paesi e concorrenti provenienti da diverse parti del mondo.

Ultimate Beastmaster

A metà tra Giochi senza frontiere e Ninja Warrior, il programma vede in ogni episodio 12 concorrenti, due per Nazione: ciascuno di loro deve affrontare un percorso ad ostacoli che va a formare quella che viene chiamata la Bestia, composta da prove di resistenza ed agilità sempre più difficili.

Il gruppo affronta quattro livelli, ognuno con una serie di prove che, se superate, assegnano un punteggio (a cui si possono aggiungere dei bonus lungo il percorso): dal primo passano solo 8 concorrenti, quelli con il punteggio superiore -in caso di parità si verifica il tempo impiegato-, dal secondo 5, dal terzo 2, che si sfidano nel quarto livello, che decreta il "Beastmaster" di puntata, a cui va un premio in denaro. I nove vincitori si sfidano nell'ultima puntata per diventare l'"Ultimate Beastmaster", e portarsi a casa un altro montepremi in denaro.

Come detto, nella seconda stagione partecipa anche l'Italia, che sfiderà la Spagna, la Francia, la Cina, l'India e gli Stati Uniti. La particolarità di questa serie è che non c'è una conduzione unica, ma ogni Paese partecipante alla gara ha due conduttori che commentano le performance degli atleti connazionali e di quelli avversari.

Per il nostro Paese, sono stati chiamati a tifare Francesco Facchinetti e Bianca Balti: saranno loro ad alternarsi agli altri conduttori nel racconto di un gioco estremo ed affascinante per produzione e scenografia, che vede Netflix cercare strade diverse dopo la produzione di serie tv originali e di talk show (questi ultimi con scarso successo) per provare a diventare sempre più una piattaforma generalista ed appetibile per tutto il pubblico.

  • shares
  • Mail