Sky Tg24, stasera lo speciale sulle prostitute minorenni nigeriane in Italia

Speciale condotto da Alessio Viola, reportage firmato da Gaia Mombelli

2017-12-12_210501.png

Oggi, mercoledì 13 dicembre 2017, Sky TG24 HD trasmetterà alle ore 21 (e in replica alle 23) lo speciale dal titolo Nigeria-Italia, ragazze all’inferno - La tratta delle prostitute minorenni: il deserto, il barcone, la schiavitù sulle nostre strade (disponibile su Sky On Demand).

Si tratta di uno speciale condotto da Alessio Viola (con ospiti in studio) che racconta la ricerca di un futuro migliore, che si trasforma in un biglietto di sola andata per l’inferno, che accomuna molte giovanissime ragazze nigeriane, partite dai loro villaggi con la promessa di poter studiare o lavorare in Italia e costrette invece a prostituirsi sulle nostre strade.

Il reportage, firmato da Gaia Mombelli, approfondisce gli aspetti meno noti di questo fenomeno. L’incubo di queste giovani donne infatti inizia già in Nigeria, quando vengono soggiogate attraverso un rito esoterico "Juju", che le obbliga ad ubbidire alle proprie carceriere e a onorare il debito che contraggono per il viaggio verso l’Europa. Un viaggio che le costringe ad affrontare il deserto, poi i lager libici, dove vengono per la prima volta avviate alla prostituzione, quindi l’attraversamento del Mediterraneo su barconi malfermi e l’arrivo in Italia, dove sono private della libertà. Il reportage raccoglie le testimonianze di tre di queste ragazze, tutte minorenni: Maryam, partita a 15 anni con la promessa di poter studiare in Europa, Fatimah, rimasta vedova del marito a 16 anni, durante la traversata del deserto, e Jamilha, che a 15 anni è stata costretta a partire dallo zio che la ospitava e non voleva più mantenerla. Tre storie diverse, ma unite dallo stesso filo rosso di ricatti, violenza e disperazione. Inoltre, l’intervista a un cliente abituale di prostitute, per capire cosa lo spinga a cercare ragazze così giovani e se abbia coscienza del fatto che le sue azioni incentivano questa tratta di schiave sessuali.

  • shares
  • Mail