Domenica In tra Sanremo 2018 e Così Lontani Così Vicini (con un occhio a Tale e Quale)

Domenica In gioca la carta Sanremo 2018 nella prima domenica senza concorrenza e fa del crossover la sua traccia narrativa.

1210_152101_domenicain.jpg

"Puntata festosa e sanremese" promette in apertura Cristina Parodi che, smessi i panni di showgirl da sigla pop, torna alla sua cifra pacata, anzi ancor più pacata del solito.

L'apertura della puntata del 10 dicembre è tutta per una storia che ricorda tanto Così Lontani Così Vicini, che proprio Cristina condusse qualche anno fa: si tratta del giovane Emanuele, da Brescia, che ha deciso di cercare la sua mamma biologica. Buoni sentimenti dell'Immacolata, antitesi delle aperture solitamente urlate della concorrenza che peraltro da questa settimana è un pausa natalizia.

1210_140404_domenicain.jpg

Un pensiero a Lando Fiorini, scomparso ieri e poi via al salotto sanremese che farà da contrappunto all'intera puntata e su cui si innesta anche l'ospitata di Valerio Scanu che ricanta la sua "in tutti i luoghi e in tutti i laghi", ovvero Per tutte le volte che con cui vinse Sanremo 2010. A commentare 17 anni di vittorie sanremesi, l'eliminazione dell'eliminazione, il valore aggiunto di chi viene dal talent (polemica ormai stantia ma evergreen, con tanto di recriminazione ripetuta sui pregiudizi delle Giurie Tecniche da parte del vincitore Scanu)  c'è un parterre formato da Anna Pettinelli, Aldo Cazzullo, Claudio Lippi (ancora in cerca di collocazione) e Beppe Vessicchio, di cui ci si augura il ritorno alla bacchetta sanremese dopo un anno di panchina.

Si va a recuperare perfino la sconfitta di Vasco Rossi nel 1983 contro Tiziana Rivale (gli over 'anta' ricorderanno Sarà quel che sarà) in un racconto che ripercorre i talenti non riconosciuti, i personaggi 'di rottura', le meteore, ma restando agli anni '80, con qualche incursione nei '90, con la reunion di Aleandro Baldi e Francesca Aleotta, vincitrice di Sanremo 1992.

1210_155711_domenicain.jpg

Si va poi da Sandro Giacobbo a Padre Cionfoli, 'pizzicato' oggi in Cattedrale.

1210_153330_domenicain.jpg

Non manca neanche un tocco di Tale e Quale Show, con Lippi che intervista Filippo Bisciglia, terzo classificato nell'edizione 2017 alle spalle di Marco Carta e Annalisa Minetti: Sanremo c'entra sempre, insomma.

Domenica In cerca quindi conforto nel palinsesto di Rai 1 e gioca di 'crossover' tra format e conduttori, con San Remo a fare da protettore. Mi aspetto neanche il commento al cast ufficiale dei Big e dei Giovani nella puntata di domenica prossima, 17 dicembre (nell'ambito dello speciale Telethon), poi ci salverà Natale. Ho come l'impressione, però, che uno spazio su Sanremo 2018 non mancherà più da oggi all'11 (forse anche 18) febbraio: due mesi di Festival a Domenica In mi sa che non ce li leva nessuno.

PS. Intanto il pubblico di Domenica In ha suggerito tre concorrenti con un sondaggio social: trattasi di Marco Carta, Valerio Scanu ed Ermal Meta. Non ne usciamo. Voi che dite?

1210_142643_domenicain.jpg

 

 

 

  • shares
  • Mail