Street Food Battle, Zibo vincitori | La finale in diretta

Street Food Battle arriva alla sua ultima puntata, che seguiremo live su Blogo.

La finale di Street Food Battle ha incoronato miglior Truck d’Italia Zibo, ideato e gestito da due ex allievi dell’ALMA – l’Accademia diretta da Gualtiero Marchesi – che hanno come cavallo di battaglia il raviolo. La loro cifra è la ‘raviolizzazione’ di tutto: qualsiasi ingrediente lo infilano nella pasta e lo presentano al pubblico. Un’idea che è piaciuta ai clienti dello Street Food Festival finale, che ha decretato la vittoria scegliendo tra i finalisti ‘eletti’ da Simone Rugiati e Ludovica Frasca. A combattere per la vittoria c’erano anche i cino-milanesi (più milanesi che cinesi) di Asian Crossover che con la loro cucina fusion hanno convinto lungo tutto il percorso. Ma il raviolo ha fatto più presa delle diverse preparazioni ‘asian’ e così targa e premio vanno ai ragazzi di Zibo.

Per quanto riguarda il format, l’idea non è male, la realizzazione cerca una strada.
Rugiati esonda: è onnipresente, onnifacente, onniparlante. La Frasca è sostanzialmente ridotta a una buona forchetta che apprezza le creazioni dei concorrenti, con poche eccezioni (questo almeno quanto montato). E nella confezione si vede tutta la complessità di seguire il lavoro di cucina in uno spazio così piccolo come quello di un truck, con una brigata così ridotta che limita al minimo la conversazione. E così il racconto di cucina non c’è, sostituito da confessionali e voice over che però finiscono con l’infastidire. Si dicono sempre le stesse cose, si rimanda alla sfida, si parla di cucina ma si vede poco. Si parla tanto, insomma, pure troppo.

Se dovesse esserci una seconda stagione diamo due consigli: non darla a Mediaset, che dei cooking show fa solitamente ‘carne da macello’, e ideare soluzioni tecniche per dar conto del lavoro del truck, più che del racconto di quanto accade su un truck. E’ un lavoro difficile, ma in questa serie passa in secondo piano: eppure l’impostazione che guarda alla ‘filosofia’ del trucker è interessante. Andrebbe forse approfondita.

Ad maiora.

Street Food Battle, la finale in diretta | 19 novembre 2017

  • 00.45

    Ormai è lunedì 20 novembre. Ma hanno sforato meno Le Iene di Fazio stasera.

  • 00.51

    Ci siamo. Però, la colonna sonora ha la mia stima.

  • 00.52

    Si presentano i cinque finalisti: BabaQ, Nigro, Zibo, Gypsy Crossover. Ora sono tutti schierati davanti a Rugiati.

  • 00.56

    Per la finale ecco Davide Scabin: i cuochi di strada hanno preso stelle Michelin a Singapore, ormai sono colleghi.

  • 00.57

    5 ingredienti, 5 cloche, la sorte. BabaQ i migliori della scorsa puntata, trovano la fassona sotto la cloche.

  • 00.58

    I Nigro trovano la melanzana: ma loro fanno lampredotto.

  • 00.59

    Zibo trovano gorgonzola. Per ogni ingrediente, Scabin racconta una storia e una ricetta.

  • 01.00

    Gypsy Big Food volevano di tutto ma non il rognone: e trovano il rognone.

  • 01.00

    Uova per Asian Crossover. La ricetta di Scabin è il Cyber Egg.

  • 01.04

    La parte più difficile per le squadre è capire cosa fare del loro ingrediente: hanno 60′ per pensare a qualcosa con ingredienti per loro ostici. Scabin va a farsi un giro tra le postazioni. Gli Zibo fanno una sfoglia di polenta per fare dei ravioli al gorgonzola.

  • 01.05

    I NIgro Brothers hanno una melanzana e ci fanno una panzanella. Uhm. E infatti cambiano idea.

  • 01.07

    Gli Asian Crossover optano per un raviolo al vapore e si sente troppo forte l’odore dell’olio al tartufo.

  • 01.08

    Scabin vuole sentire il cuore di Napoli nella loro fassona. Da non trattare sulla griglia. E considerato che fanno BBQ.

  • 01.08

    I Gypsy con il rognone sono nei guai; non sanno di che si tratta. Scabin dà loro qualche dritta.

  • 01.10

    Si va all’assaggio. E si parte dall’Asian Crossover che simulano un uovo al tegamino, Elegante per Scabin.

  • 01.12

    Si passa al BabaQ: Fassona piemontese affumicata all’americana. Napoli non c’è. Troppo asciutto e carne tagliata male.

  • 01.14

    E andiamo al rognone dei Gypsy. Solo la cipolla è buona. Ma Scabin lo trova persino elegante.

  • 01.15

    Veniamo alla melanzana dei Nigro. Una fetta di melanzana bruschettata. “Molto piacevole. A guardarlo non gli davo 100 lire” dice Scabin. Simpaticissimo, va detto,

  • 01.17

    Tocca alla polenta del giorno dopo di Zibo. L’abbinamento zola e pompelmo è piaciuto.

  • 01.18

    Il primo finalista dopo la pubblicità.

  • 01.24

    Dalla prima prova arriva il primo truck finalista: si tratta di Zibo con i loro ravioli.

  • 01.26

    Sarà che sono stanca, ma qui si va inutilmente lunghetti. Si decide anche un truck eliminato: fuori i BabaQ che tornano a Napoli. Uscire con la fassona è dura eh.

  • 01.29

    Resta un posto in finale da assegnare: in gara Gypsy, Asian e Nigro. Per loro una prova tecnica a base di BBQ. E per i raviolizzatori non sarà semplicissimo. E neanche Nigro ha mai messo mano a una griglia. I prodotti di base del perfetto BBQ sono a loro disposizione, ma loro possono aggiungere ingredienti e idee della loro linea. Hanno 45′. “Fate rombare il motore delle vostre griglie”.

  • 01.33

    I Nigro cercano di fare il lampredotto al BBQ. “Si rigirano nella tomba i nostri nonni…”. Simone prova a dare qualche consiglio.

  • 01.34

    Si pensa più a parlare che a cucinare. Si vede poca preparazione, molti confessionali, troppe chiacchiere.

  • 01.36

    Gli Asian Crossover provano anche a fare il pane nei 45′ a disposizione. Esce una piadina.

  • 01.37

    E siamo all’assaggio della seconda prova. Si parte da Nigro col loro lampredotto cotto sul bbq. Non scende. Il sapore è buono ma è asciutto. “Coraggio e golosità” per Rugiati. La Frasca non si vede e non si sente se non per dire ‘Buono, buono’, a tutto.

  • 01.39

    Siamo ai Gypsy: non mancano cervo e mirtillo. Gusto divertente, ma troppa cipolla.

  • 01.40

    Siamo agli Asian Crossover, con carne, tomino e uovo. Confessano l’errore sul pane. Ma il fatto di averlo fatto loro è un pregio per Rugiati. Il loro piatto fa gola anche ai rivali.

  • 01.42

    E siamo al secondo, importante, verdetto: il secondo finalista è Asian Crossover. Me lo aspettavo. Fuori Gypsy e Nigro.

  • 01.43

    In finale, quindi, vanno Zibo e Asian Crossover (“Abbiamo imparato un po’ da tutti i truck”, confessano).

  • 01.44

    A decidere il vincitori di questo talent i clienti di uno Street Food Festival. E tornano tutti gli ex concorrenti. La filosofia dello street sembra quasi yoga.

  • 01.46

    Tre piatti inediti per ciascun truck: un vero e proprio menu. Saranno aiutati nella realizzazione dagli ex concorrenti

  • 01.47

    Zibo compongono un menu a base di ravioli che spaziano dalla pasta con le sarde all’amatriciana e racchiudano tutta Italia. Bum di manzo, spiedini di pollo in salsa teryiaki e avocado e i wanton cinesi per gli Asian Crossover.

  • 01.49

    100 persone, 1 fiche a testa: chi ne prenderà di più vince. Pubblicità.

  • 01.55

    Quanto si parla, quanto? Però mi piace il clima pacifico. Il servizio inizia.

  • 01.59

    Più difficile far capire i propri piatti per gli Asian. Ma danno tutto fino in fondo.

  • 02.03

    Tempo finito, piatto finito, si va alla votazione.

  • 02.04

    Comunque sia sarà un successo. Se solo Rugiati parlasse un po’ meno. E se solo facessero parlare meno tutti.

  • 02.06

    Vince Street Food Battle Zibo con i loro ravioli. Mah, credevo negli Asian Crossover, che hanno fatto davvero di tutto. Zibo raviolizzano tutto. Vabbè, complimenti,

Street Food Battle, la finale | Anticipazioni

Mediaset non crede molto nei cooking show: a dimostrarlo la collocazione sacrificata dei suoi prodotti. Ricordo gli slittamenti di The Chef e Street Food Battle non fa eccezione, visto che la sua ultima puntata, la finale, quella che dovrebbe essere l’appuntamento più atteso, viene piazzato nella ‘notte’ della domenica, dopo Le Iene. Si è pensato al traino? Beh, considerato che il giorno dopo è il tanto famigerato lunedì, più che usare Le Iene come traino mi sembra che si consideri il prodotto una zavorra.

Ma tant’è ed eccoci qui a commentare questa ultima puntata di un format che ha subito più spostamenti di palinsesto nella sua breve vita di alcune fiction di scarso successo del passato. La finale sarà trasmessa su Italia 1 a partire dalle 00.40 e noi ci saremo (spero) con il liveblogging su TvBlog.

A condurre sempre Simone Rugiati e Ludovica Frasca.Ospite della finale e giudice con Rugiati lo chef Davide Scabin, appena visto anche nella terza stagione de Il Pranzo della Domenica.

 

Street Food Battle | La finale

Sono partiti in 16 nella puntata casting e sono rimasti in 8 a partecipare al format. In questa sesta e ultima puntata sono rimasti in gara 5 food truck, ovvero Zibo (con due chef Alma che raviolizzano ogni cosa), Asian Crossover (da subito tra i favoriti con la loro cucina fusion), Gipsy Big Food (dalla Valtellina con l’hamburger di cervo come cavallo di battaglia e un mezzo militare convertito in truck), Baba Q (da Napoli con griglia) e Nigro (dalla Toscana con tre generazioni di storia alle spalle).

Per loro due sfide che si svolgeranno all’interno del grande hangar post industriale. La prima è una prova tecnica: i concorrenti devono realizzare un piatto con la ‘mystery box’ di Scabin che ha raccolto i suoi ingredienti preferiti (melanzane, rognone, gorgonzola, uova e carne di fassona). Nella seconda prova invece i concorrenti dovranno cimentarsi con il BBQ, uno dei ‘pilastri’ dello street food (ma inevitabilmente qualcuno sarà favorito).

Solo due dei 5 truck arriverà alla finalissima che prevede la partecipazione a un vero e proprio Street Food Festival. La decisione finale spetta ai clienti: sono loro che decreteranno il vincitore del Coca-Cola Street Food Award, che otterrà 50.000 euro in gettoni d’oro.

Street Food Battle, come seguirlo in tv e in streaming

Street Food Battle è prodotto da Publitalia Branded Entertainment – divisione della Direzione Innovation, la Direzione Intrattenimento di RTI, Mediacom MBA – unit di content solution di MediaCom – e dalla casa di produzione Dry Media, che firma anche le principali produzioni di Alessandro Borghese.

In tutto 6 puntate da 50′ in onda su Italia 1 partite il giovedì alle 23.45 e poi spostate in varie punti del palinsesto, con diverse repliche. Il programma è visibile in live streaming sul portale Mediaset.it.

Street Food Battle| Second Screen

E’ possibile seguire la finale di Street Food Battle con il liveblogging di TvBlog. L’hashtag ufficiale è #StreetFoodBattle.

I Video di TvBlog