Che fuori tempo che fa fallisce le previsioni: Filippa Lagerback protagonista nella notte sbagliata

Che fuori tempo che fa ridà voce a Filippa Lagerback proprio nella sera dell'eliminazione dai Mondiali ad opera della Svezia

fazio.jpg

Filippa Lagerback torna a parlare nel giorno in cui l’Italia vede sfumare la qualificazione al Mondiale per colpa della Svezia. Scherzi del destino, o meglio di una scaletta scritta e programmata prima della partita decisiva degli azzurri, con gli autori di Che fuori tempo che fa che avevano immaginato ben altro esito.

L’obiettivo era chiaro: sfruttare il traino della Nazionale per tenere a galla la seconda serata del lunedì, dominata a mani basse dal Grande Fratello Vip.

Ci si era aggrappati alla possibile euforia che, dopo un breve post-gara, avrebbe dato il là ad un appuntamento leggero con possibili collegamenti da San Siro, magari scherzando con Giampiero Ventura, ora invece ad un passo dall’invocato addio.

E allora ecco spiegata l’eccezionale presenza di Filippa (negli stessi istanti il compagno Daniele Bossari era impegnato nel reality di Canale 5), generalmente limitata a Che tempo che fa, con tanto di postazione al tavolo. L’annunciatrice svedese si è così ritrovata ad avere più spazio e voce in capitolo della domenica, quando il suo compito si limita all’introduzione degli ospiti.

Da ‘vittima sacrificale’ oggetto di scherno e battute di Fabio Fazio e De Luigi, la Lagerback si è trasformata in potenziale carnefice non priva di un comprensibile imbarazzo. “Io tifavo Italia, soprattutto per questa trasmissione visto che dovevo venire ospite”. Per poi precisare: “Vivo in Italia da diciassette anni e per diciassette ho vissuto in Svezia. Diciamo che ero neutrale”.

Il clima spensierato è stato comunque garantito da Fiona May, Luca Argentero, Paolo Genovese, Marco Giallini e dal duo Idris-Marino Bartoletti, che ha dato vita ad una storica reunion a vent’anni da Quelli che il calcio.

Contemporaneamente, su Rai Sport andava in onda un lungo e drammatico post-partita condito dagli addii alla maglia azzurra di Barzagli e De Rossi e dalla breve e tardiva conferenza stampa di Ventura.

Un approfondimento nel bel mezzo del processo popolare alla Nazionale che, col senno di poi, forse avrebbe meritato spazio sulla rete ammiraglia, dove Che fuori tempo che fa si è allungato fino a mezzanotte e mezzo, incrementando di oltre dieci minuti la durata rispetto alle precedenti puntate.

  • shares
  • Mail