Flavio Insinna, chiesti oltre 2 milioni di euro di risarcimento da Rocchetta

L’azienda chiede più di 2 milioni di euro di risarcimento all’ex conduttore di Affari Tuoi.

Ancora guai per Flavio Insinna, tutta “colpa” di Antonio Ricci. L’azienda distributrice del marchio Rocchetta, la Cogedi International, ha deciso di chiedere un risarcimento da capogiro all’ex conduttore di Affari Tuoi che per lungo tempo è stato il testimonial degli spot dell’acqua minerale Brio Blu: si parla di 2 milioni e 189mila euro per i danni d’immagine e la realizzazione di spot diventati di fatto inutilizzabili, oltre ai 275mila euro incassati nel 2017 dal conduttore romano.

Dopo aver dovuto fare i conti con numerose proteste da parte dei consumatori e pure con un calo del fatturato, Cogedi aveva sospeso lo spot con Insinna a marzo scorso. Tutto era nato in seguito ai servizi della trasmissione Striscia la notizia che mostravano il conduttore in fuorionda di fuoco, carpiti dalla trasmissione di Canale 5 nei corridoi di Affari Tuoi: “Noi per primi siamo rimasti stupefatti da quanto trasmesso da Striscia la notizia […] Ci rammarichiamo, anche noi siamo rimasti stupefatti. Alla luce di questo abbiamo deciso di sospendere i nostri spot in maniera definitiva”, facevano sapere.

Gli avvocati dell’acqua, riferisce il quotidiano Il Messaggero, hanno già avviato le pratiche legali contro il conduttore. Contestano la violazione del contratto per i suoi “comportamenti contrari alla pubblica morale”.

Ultime notizie su Flavio Insinna

Tutto su Flavio Insinna →