Tu sì que vales 4 ha il “marchio” di Maria De Filippi, funzionano i ruoli dei giudici e la post-produzione

Resoconto, recensione e fotogallery della prima puntata di Tu sì que vales 4, in onda su Canale 5.

Chi conosce Maria De Filippi e il suo modo di lavorare in tv sa bene che decide di apportare modifiche sostanziali o “innocue” ai suoi programmi in due casi: quando gli ascolti sono meno brillanti di un tempo oppure se c’è l’esigenza di rinfrescare leggermente la formula consolidata con nuove idee.

Si spiegano così da un lato la volontà (sacrosanta) di tornare alla diretta (e alla imprevedibilità) per Amici e dall’altro il ricorso al “live” su Facebook durante le registrazioni del trono over di Uomini e Donne.

E a Tu sì que vales? Non c’era bisogno di mettere mano al format sia perché i dati Auditel recenti godono di ottima salute sia perché la concorrenza su Rai1 sembra poco temibile. E, allora, l’unica variazione è l’inserimento di due co-conduttori – Alessio Sakara e Martìn Castrogiovanni – sportivi, simpatici, con una buona interazione con Belen Rodriguez (sensuale e affascinante come poche)… ma di certo non imprescindibili (tanto che Sakara non interverrà in tutte le puntate visto che dovrà prepararsi per i mondiali di arti marziali).

Per il resto, invece, è tutto immutato. In giuria ognuno ha un ruolo “predefinito”: Gerry Scotti mattatore della sua “scuderia” di concorrenti improbabili, Teo Mammucari sempre sincero nei giudizi anche a costo di apparire scontroso, Rudy Zerbi vittima di “stalking”, Maria capace di psicanalizzare la ratio di ogni performance e di sottolineare l’umanità di chi è spinto da lodevoli intenzioni, Mara Venier vera “voce del popolo” e messa in mezzo nelle situazioni più divertenti.

Le esibizioni, invece, sono il giusto mix tra talenti autentici, gente “allo sbaraglio” (in stile Corrida) e storie toccanti da parte di persone di ogni età e nazionalità. Il vero valore aggiunto? Il montaggio frenetico e l’utilizzo di effetti speciali, fermo-immagine, replay, rvm, cartoni animati e colonne sonore ad hoc per cambiare registro o enfatizzare momenti cult o trash.

Tutto con l’indistinguibile marchio Fascino… e di Maria.

***

Diretta di Tu sì que vales 4.

Stasera, sabato 30 settembre, alle 21.25 su Canale 5 andrà in onda la prima puntata di Tu sì que vales 4 e la seguiremo in liveblogging su Tvblog.

Tu sì que vales 2017, conduttori e giudici

Conduce Belén Rodriguez con Martìn Castrogiovanni e Alessio Sakara.

In giuria il quartetto formato da Maria De FilippiGerry ScottiTeo Mammucari e Rudy Zerbi, affiancato anche quest’anno da Mara Venier, a capo della giuria popolare.

Tu sì que vales 2017, il meccanismo

Sul palco si susseguono concorrenti di qualunque età e nazionalità e con qualsiasi tipo di numero artistico: acrobati, vignettisti, imitatori, illusionisti, comici, ballerini, cantanti, cabarettisti, contorsionisti, circensi, cartomanti, pittori, appassionati di inedite specialità. I performer sono alla ricerca dell’approvazione dei giudici nella speranza di sentirsi dire “Tu sì que vales”. A fare da contraltare ai quattro insindacabili giurati la giuria popolare. Ai giudici spetta anche il potere magico della bacchetta che, al tocco dell’ologramma di una clessidra che troneggia in studio, permette di diminuire il tempo delle performances a seconda del valore che attribuiscono alla prestazione oppure, qualora un giudice dovesse aver tolto del tempo, possono – compreso il quinto giudice – decidere di lasciare tutto il tempo necessario all’esibizione.

Tu sì que vales 2017 | Come seguirlo in tv e in streaming

Il programma va in onda il sabato in prime time su Canale 5. La puntata si può seguire in livestreaming sul portale Mediaset.it, dove sarà poi disponibile on demand.

Tu sì que vales 2017 | Second Screen

Tu sì que vales è anche sul web:

WITTY TV http://www.wittytv.it/tu-si-que-vales/
FACEBOOK https://www.facebook.com/tusiquevalesufficiale
INSTAGRAM http://instagram.com/tusiquevales_it
TWITTER @tusiquevales_it https://twitter.com/tusiquevales_it

Ultime notizie su Tu si que vales

Tutto su Tu si que vales →