Roberto Balducci, il vaticanista del Tg3 paga l'uscita sui "quattro gatti": rimosso dall'incarico


Paga, anche se non in maniera esemplare, il vaticanista del Tg3 Roberto Balducci reo di aver firmato il servizio nel quale ha quantificato le persone "che hanno la pazienza e il coraggio di seguire" Papa Benedetto XVI con la proverbiale espressione "quattro gatti". Dopo 2 anni non seguirà più le cronache dal Vaticano per il Tg3, non un licenziamento, ma la rimozione dall'incarico.

La decisione, comunicata al comitato di redazione del telegiornale dal direttore Antonio Di Bella, arriva dopo la giornata di ieri nella quale c'era stata una certa tensione con la richiesta di maggior rispetto arrivata dal Vaticano e l'attacco di Giorgio Merlo, vicepresidente della Vigilanza Rai. Merlo aveva parlato, andando decisamente sopra le righe, di "anacronistica, e volgare, deriva anticlericale". Di Bella aveva difeso il proprio giornalista che è rimasto fermo sulla propria versione: non era sua intenzione offendere il Papa, la frase è stata fraintesa. Il senso era opposto a quello che ad una prima lettura appare denigratorio? Questa ha affermato Balducci in una lettera indirizzata al suo direttore, questo ha ripetuto Di Bella. Oggi giunge però la notizia della rimozione decisa dal direttore, che per quanto dettata da ragioni di opportunità appare a mio giudizio troppo punitiva, almeno se si vuole dare credito alla tesi del semplice malinteso.

Voi cosa ne pensate?


  • shares
  • Mail
44 commenti Aggiorna
Ordina: