Quando RaiUno era aperta per ferie. Tra Gelato al limone, Beato tra le donne, Giochi senza frontiere e Un'estate al Luna Park

estate luna park Sembrano passati secoli da un'estate del 1995 di RaiUno, che tutto si può dire fuorché "come tante". L'allora sessantenne direttore di rete, Brando Giordani, era rivitalizzato dai dati di ascolto della stagione ("in un anno abbiamo guadagnato 4.38 punti sul day time"), che avevano portato alla sconfitta Canale 5 con una media del 23.09 per cento di share nel prime time. RaiUno tornava a essere "la rete del mercato" appetibile agli stessi pubblicitari ed era pronta a rinunciare al "meglio di". Di qui l'annuncio di tenere la rete "aperta" per ferie, onorando a detta dello stesso Pippo Baudo il patto con gli italiani che pagano il canone.

Stupiscono, a vederle tutte di seguito, le produzioni inedite proposte nella programmazione estiva di quell'anno:

    LA FESTA DEI NONNI, con Heather Parisi e Gianfranco D'Angelo dall'Antoniano di Bologna (domenica 18 giugno): elezione del "Supernonno".
    FESTIVAL BAU, con Lino Banfi e Edwige Fenech da Sanremo (martedì 13 giugno): elezione del Telecane.
    STELLA TRA LE STELLE, con Pippo Baudo dallo Sporting di Montecarlo (giovedì 22 giugno): carrellata di eventi storici e di costume attraverso gli ultimi cento anni, con star internazionali (Sophia Loren, Celine Dion, Gianni Morandi e Barbara Cola).
    LUCIO DALLA: TE VOGLIO BENE ASSAJE, con Isabella Rossellini e Luciano De Crescenzo da Napoli (23 giugno): omaggio a Caruso ideato da Dalla.
    UN'ESTATE AL LUNA PARK (preserale quotidiano, ore 18.50) con tre giovani presentatori: Luana Ravegnini, Claudio Insegno e Mauro Marino.
    SPECIALE DOMENICA IN: Mara Venier offre degli speciali, il 25 giugno da New York con Arbore e l'Orchestra Italiana, il 9 luglio da Rimini con canzoni, giochi e balletti; infine, il 17 settembre da Capri.



    BEATO TRA LE DONNE: Paolo Bonolis è protagonista del giovedì di RaiUno, dal 29 giugno al 28 settembre, dal Bandiera Gialla di Rimini.
    CIRCO SULL'ACQUA: Carmen Russo alla conduzione per tre domeniche (27 luglio, 30 agosto e 3 settembre), dall'Acqualandia di Jesolo.
    RUVIDO SHOW - IL PAESE CHE NON C'E': Dal 29 agosto va in onda da Bologna (per quattro puntate) un varietà comico con Enzo Iachetti, Lello Arena, Giobbe Covatta, Gioele Dix, Paolo Cevoli, Ennio Marchetto, Vito e Titta Ruggeri.
    GIOCHI SENZA FRONTIERE: Ettore Andenna conduce insieme a Simona Tagli la ventiseiesima edizione del mitico gioco (da sabato primo luglio alle 20.40): undici puntate in giro per l'Europa, le prime tre dal Castello Sforzesco di Milano.
    MISS ITALIA: Fabrizio Frizzi al timone dell'intramontabile concorso di bellezza: tre serate dal 31 agosto al 2 settembre (precedute da diverse ' anteprime' di un quarto d'ora), in un'edizione speciale abbinata ad una lotteria nazionale.
    MISS ITALIA NEL MONDO: Paolo Bonolis alla conduzione da Salsomaggiore, il 28 agosto.
    SERATA MODA, conduce il 15 settembre da Piazza Navona Milly Carlucci.
    PAVAROTTI AND ROCK FOR BOSNIA: conduce il 12 settembre da Modena ancora Milly Carlucci. Tra gli ospiti Jovanotti e Zucchero.
    QUARK SPECIALE: otto puntate al martedì, dal 4 luglio al 22 agosto, con lo storico Piero Angela.
    RASSEGNE VARIE: Maratona d'estate, rassegna di danza in onda da sabato 24 giugno; Il mito di Siracusa il 4 luglio e Piazza bella piazza dedicata a Napoli (il 20 settembre).
    UNO MATTINA ESTATE: alla conduzione confermati Amedeo Goria e Maria Teresa Ruta.
    GELATO AL LIMONE: il varietà estivo della domenica pomeriggio con Massimiliano Pani, figlio di Mina e autore musicale, e Benedicta Boccoli.
    CICLI DI FILM: A partire da lunedì 3 luglio sono in onda (alle 20.40) film classici americani dagli anni '50 ad oggi. Il ciclo del mercoledì, a partire dal 5 luglio (sempre 20.40) propone alcuni tra i film italiani più amati. E alla rassegna dei film bellici, che ogni estate trasmette RaiUno, si abbina un'edizione di film-dossier: dal 14 luglio al 25 agosto, Il gioco della guerra, il venerdì alle 23.15. In studio esperti di guerra e, in alcuni casi, dei reduci.

Intrattenimento allo stato puro, ampia offerta di novità e, soprattutto, l'intero parco di conduttori più quotati sulla piazza per non abbandonare lo spettatore. Quando ancora il servizio pubblico contava più del periodo di garanzia.

[Fonte Leandro Palestini per Repubblica]

  • shares
  • Mail
70 commenti Aggiorna
Ordina: