Carolina Crescentini a Blogo: "La tv è un quadro nero, la serie I Bastardi di Pizzofalcone non l'ho vista"

"Il mio televisore rimane spento per mesi, lo uso solo per vedere dvd e Netflix"

2017-07-29_102152.png

Prima di salire sul palco de Le Giornate del cinema lucano Premio Internazionale di Maratea, Carolina Crescentini (Premio Eilat Diamonds) ha parlato dei suoi prossimi impegni, tra cinema e televisione. A novembre è in uscita il film Sconnessi di Christian Marazziti con, tra gli altri, Fabrizio Bentivoglio, Antonia Liskova e Ricky Memphis.

È una commedia: noi ci siamo assai divertiti e quando succede così ci sono buone possibilità che anche il pubblico si diverta.

Qualche mese fa raccontasti di non essere una grande telespettatrice, anzi. Considerando che nel frattempo hai recitato ne I Bastardi di Pizzofalcone, è cambiato qualcosa nel tuo rapporto con la televisione?
No, continua ad essere un quadro nero. I Bastardi di Pizzofalcone non l'ho vista, non dovrei dirlo, ma è così. La televisione la uso per vedere dvd e Netflix. Non sono una da appuntamento settimanale, io nel caso mi sparo una serie tutta insieme. E poi il televisore rimane spento per un altro mese. Non mi viene proprio....

I Bastardi di Pizzofalcone torneranno?
Sì, ci sarà la seconda stagione, le riprese inizieranno in autunno, ma non so quando andrò in onda.

Altri progetti cinematografici?
Ho preso parte a Last Diva di Francesco Patierno, un documentario su Valentina Cortese: 10 attrici interpretano dei monologhi della sua biografia. Forse passerà il 2 settembre alla Mostra di Venezia. Poi ho tante dita incrociate....

Foto | Bruno Bellini

  • shares
  • Mail