Speciale Storie maledette, la Leosini "eccezionalmente" in replica per la morte di Pino Pelosi

Dopo il decesso dell'assassino di Pasolini Rai3 rispolvera tanto materiale d'archivio

leosini.jpg

Franca Leosini ha sempre ottenuto dalla Rai l'accordo di non "replicare" le sue puntate. Oltre ad aver recentemente dichiarato di prediligere una collocazione autunnale per Storie maledette, visti i toni cupi.

A violare "eccezionalmente" queste due clausole è la morte, avvenuta qualche giorno fa, di Pino Pelosi, riconosciuto quale colpevole della morte di Pier Paolo Pasolini.

La sua scomparsa ha riaperto una pagina buia sull’omicidio del noto scrittore e intellettuale italiano. Così questa sera, lunedì 24 luglio, alle 23.50 su Rai3, la Leosini propone uno Speciale Storie Maledette all'insegna di lanci inediti e materiale d'archivio.

La conduttrice ripercorrerà quella terribile vicenda attraverso le clamorose ed esclusive interviste all’assassino di Pier Paolo Pasolini: il loro ultimo faccia a faccia risale all'autunno del 2016, preceduto da un'intervista del 2014, una per Ombre sul giallo del 2005 e da un'altra del 1994. Interviste che hanno permesso la riapertura delle indagini sul delitto del grande scrittore.

La stessa conduttrice ha ammesso di aver aiutato Pelosi a operarsi e a curarsi dalla sua malattia - era affetto da un cancro - fino alla fine dei suoi giorni, mossa da misericordia.

  • shares
  • Mail