I Retroscena di Blogo: I desiderata (in salita) di Rai3 Santoro e Gramellini

Indiscrezioni sulla prossima stagione televisiva

I Retroscena di Blogo: I desiderata (in salita) di Rai3 Santoro e Gramellini

Mentre Fabio Fazio si trasferirà (firma del contratto permettendo) su Raiuno con Che tempo che fa, Rai3 sta pensando come sostituirlo. Daria Bignardi ha pensato di prendere da Raiuno Petrolio e portarlo armi e bagagli sulla propria rete.

Il programma che attualmente va in onda in seconda serata su Raiuno e che andrà in prime time ad inizio luglio con una specialissima puntata su Pompei, dovrebbe infatti occupare la prima serata della domenica esattamente nella collocazione finora occupata da Che tempo che fa.

Raiuno aveva proposto a Duilio Giammaria il sabato pomeriggio per il suo Petrolio, evidentemente però più appare più prestigiosa, anche se non priva di rischi, la collocazione della prima serata della domenica su Rai3, che a più d'uno appare più consona per quel tipo di programma. Chiaramente Che tempo che fa e Petrolio sono due prodotti molto diversi, vedremo l'efficacia di questa idea dal prossimo autunno.

Domani ci dovrebbe essere l'incontro fra la Bignardi e Giammaria e vedremo che succederà. Un altra sostituzione non facile per la terza rete sarà quella di Gazebo. Il team che realizza il programma è passato a La7 insieme al suo autore Andrea Salerno che é diventato il direttore del canale di Urbano Cairo.

Al posto di Gazebo Daria Bignardi ha pensato di collocare in quella fascia Massimo Gramellini e Geppi Cucciari con il loro programma che potrebbe diventare Le parole del giorno invece di Le parole delle settimana, ma non tutto sembra collimare, anche perchè Gramellini appare titubante ad accettare un impegno quotidiano così gravoso, con anche la puntata del sabato sulle spalle. Probabile dunque che vada in onda un appuntamento che assomigli un po' alla cara, vecchia Cartolina di Andrea Barbato, che occupava 5 minuti fra le 20:25 e le 20:30 proprio di Rai3 anni fa.Non tutto è scontato anche qui.

Inoltre la rete vorrebbe per un impegno lungo Michele Santoro da dicembre in avanti nella storica serata del giovedi di Samarcanda. Ma un impegno così prolungato non sembra così facilmente percorribile. Per ora quindi, sia Santoro che Gramellini sarebbero dei semplici "desideri" di Daria Bignardi, impegnata nella missione impossibile di rifondare Rai3.

Saranno decisioni giuste queste? Lo scopriremo dal prossimo autunno.

  • shares
  • Mail