Facciamo che io ero, Virginia Raffaele parodia una decadente Sandra Milo, ricorda la Marchesini e regala un’inedita Kessler [Video]

Virginia Raffaele ospita Mika  nell’ultima puntata di Facciamo che io ero.

  • 21.16

    Rai Dire Nius, stasera registrato perché la Gialappa’s è impegnata nel commento della Nazionale, lascia molto spazio a Sensualità a Corte.

  • 21.26

    “Facciamo che io ero all’ultima puntata e che tutto torna lì da dove era iniziato: sospesa, irrequieta, sottosopra, legata…” e soprattutto l’occasione di dimostrare ancora una volta le sue capacità.

  • 21.28

    “Da domani facciamo che io fui”… dice la Raffaele salutando pubblico e band.

  • 21.29

    Gag sul singhiozzo perfetto per introdurre Great Ball of Fire.

  • 21.30

    Entra mesto De Luigi, triste per l’ultima puntata. La parte più emozionante della gag, sullo smoking macchiato, è che nomina la Nutella.

  • 21.34

    Le Gemelle Kessler! Mito Virginia: ogni sera ne caccia qualcuna nuova. La gemella è nel trolley. Canta a mo’ di ventriloqua grazie alla regia che non la inquadra (e a una corista, a orecchio, e anche di una registrazione, perché no).

  • 21.36

    Lei è Alice… La sorella è partita, dice…

  • 21.37

    Ma c’è una ballerina nuova per ballare il Dadaumpa, CARLA FRACCI. Quella vera! (REGISTAAAA INQUADRALAAA!)

  • 21.41

    Storico anche il duetto tra la Fracci e la Carrà. Mitica Carla, comunque.

  • 21.41

    Ma è subito tempo di CartaBianca. Questa è la stagione delle parodie dei programmi tv: tra Crozza e la Raffaele si è coperto tutto l’arco dei talk politici.

  • 21.43

    La Berlinguer che fa la padrona di casa acida e permalosa è una chicca. Anche se uno sketch è un po’ lungo senza un testo ‘spalla’ di peso.

  • 21.45

    “Ma chi cazzo c’è in regia? Steve Wonder?”: ecco, un fuorionda plausibile in molti programmi. La parte migliore resta quella dei saluti nello sketch della Berlinguer.

  • 21.47

    Gag De Luigi e Raffaele sullo smoking: il pantalone ha un buco e lui si dipinge la gamba di nero. Vabbè, anche no, eh.

  • 21.48

    Ah, allora Sandra Milo c’è. E’ ferma davanti a Cinecittà: l’ambientazione è in b/n dai toni felliniani. “Qui c’è ancora la magia… Anche recitare era molto bello, sono ancora emozionata. Noooo, non è tutto finito”. Ha la voce di Sbirulino, praticamente. E l’aria svampita.

  • 21.55

    Momento danza. Sempre lei in scena. Coreografia molto bella con effetti da ‘ombre cinesi’. E fumo nero, che mi sa sempre pensare a Lost.

  • 21.57

    Patty Pravo, quella vera, canta “Se perdo te”.

  • 21.59

    La vera Patty Pravo e la ‘finta’ Ornella Vanoni.

  • 22.00

    “Questi due boys non ti le sei ancora fatti, eh?” chiede la Pravo alla Vanoni. “Ci siamo date da fare ai nostri tempi. Chi ha fatto di più l’amore”:

  • 22.02

    “C’hai ancora le sigarette simpatiche? Quelle che dopo vien fame?”
    “No ma io non fumo più…”
    “E io sono Max Gazzè…”

  • 22.04

    La Pravo fa solo da comparsa alla Raffaele.

  • 22.06

    Comunque la Pravo sembra l’alieno…

  • 22.07

    Torna CartaBianca. “Chi c’è in regia? Il fratello di Mannoni? E’ troppo imbecille!”

  • 22.12

    Monologo sulla rabbia, quelle piccole e quotidiane che rendono esausti e che alla fine ti stancano tanto che quando poi vedi ogni sera “notizie di ignobili ingiustizie, avidità, ferocia, arroganza non provi più nulla”. Vabbè. “La rabbia è un sentimento prezioso, non disperdiamola”.

  • 22.15

    Ecco la vera Ornella Vanoni, che prova a imitare la Raffaele.

  • 22.16

    “Nel tempo tu ti sei un po’ incazzata con me, no?”
    “Ma tu stavi sempre in tv a chiedere ‘Noi abbiamo fatto l’amore?”. Perché io mi ricordo tutti quelli con cui ho fatto l’amore. Nel libro sì, ho messo i principali…”.

  • 22.18

    La Vanoni, da sola, è il massimo del nonsense. Non c’è bisogno di un testo. La Raffaele fa fatica a starle dietro.

  • 22.19

    “Mi chiamavano ‘Culo d’oro’: Lucio Dalla me lo diceva sempre: ‘La gara è te, Bertè e Niki il chitarrista”.

  • 22.20

    Ornella e Virginia cantano ‘Tristezza’, “la canzone più allegra che ho fatto”.

  • 22.22

    “VIrginia sei straordinaria, sei la più brava di tutti, ti meriti questa carriera! E ho visto anche il tuo papà… è orgoglioso di te”: bella la Vanoni.

  • 22.23

    Sketch con la Milo: sembra un incrocio tra Ciprì e Maresco e la Gialappa’s. A dir poco decadente, col tocco della colonna sonora di Nino Rota che rende ancor più amaro il tutto.

  • 22.26

    Oddio, ripetete il nome di questo musicista francese, per favore.. Eh acco: Michel Lauziere! Pubblicità.

  • 22.32

    E siamo a Michela Murgia, che stasera recensisce una “pagliacciata scritta da Carlo Collodi. Posso dire che questo libro fa semplicemente schifo. Ahhhhh, una liberazione!”.

  • 22.34

    “Collodi inventa questo Geppetto, padre single con camicia di flanella e salopette… molto probabilmente un gay”.

  • 22.35

    E la Murgia si collega anche con Lucignolo di Italia 1, stanco di essere confuso con l’opera di Collodi. “Collodi, le direi ‘In culo alla balena’ se non fosse che è già la sua casa’. La Murgia è la migliore.

  • 22.36

    E di “buonaseraebentorna’” vien fatto un video remix.

  • 22.37

    Però dopo queste gag ci sta bene una pubblicità.

  • 22.38

    Ma mi sa che siamo arrivati al momento Mika. Facciamo che siamo a Berlino, in un locale di travestimenti mentre fuori tirava una brutta aria…

  • 22.39

    Ed eccolo Mika. Con Virginia Raffaele in Money makes the world go round, da Cabaret.

  • 22.43

    Il regista merita i paccheri anche in registrata.

  • 22.43

    “Sognavo di fare questo numero ‘facilissimo’ con te’ dice la Raffaele. Ma dopo c’è una inutile gag sull’inglese che Virginia finge di non sapere.

  • 22.44

    A cosa giocava Mika da piccolo? Giocava a fare il postino: scriveva le lettere, poi si travestiva da postino e consegnava le lettere. Spunta il nome di Maria De Filippi: “Non trema la terra?” si domanda MIka. Vabbè, era meglio un altro numero.

  • 22.46

    E anche il clown Polidor è sparito… mamma che angoscia.

  • 22.47

    E torna Saveria Foschi Volante: una costante di queste 4 puntate… vabbè, diciamo che sta in vivavoce stasera. Ma no, si nasconde dietro un traliccio.

  • 22.49

    Si fa avanti solo davanti all’ipotesi di uno psicofarmaco…

  • 22.25

    “Io non vedo una Madonna!” dice la Volante… Scommettiamo che qualcuno si offende?

  • 22.55

    L’abilità del regista di staccare quando arrivano i medici a prendere la Volante è da Oscar. Veramente da Oscar.

  • 22.57

    E dopo il remix di Berlinguer si va in pubblicità.

  • 23.02

    Siamo al finale con il Donatella Versace Late Show, uno dei momenti più deboli in genere. Stasera ospite Renato Balestra.

  • 23.03

    CI vorrebbe un bello split tra Balestra, Pravo e Vanoni. “Il naso tutto a posto?” chiede Donatella.

  • 23.05

    “Quanto bisogna lasciare di mancia in clinica?”
    “Dipende quanto ti hanno tirato”: Balestra inizia a prendere punti.

  • 23.06

    La Versace prova uno squot.

  • 23.08

    “Una notte di sesso con la Raggi o la Meloni?”
    “Amo le angurie”.

  • 23.08

    Si chiede a Balestra del suo tradizionale blu.

  • 23.10

    “Te lo dico fuori dai denti…”

  • 23.10

    Massimo Lopez in un omaggio a Dean Martin.Non funziona il microfono, ma ovviamente fa parte dello sketch.

  • 23.12

    E siamo al classico del microfono intermittente… Un classico per tutti e due.

  • 23.14

    Tutto lo sketch sulla modulazione della voce. Un classico intramontabile di Lopez (e del Trio) come il fuori Sync.

  • 23.17

    Sulle interferenze radio il pensiero va subito alla Marchesini.

  • 23.18

    E finalmente cantano Sway.

  • 23.19

    “Sono contenta che tu sia qui. Io sono cresciuta con le vostre cose e questo momento era dedicato tutto a lei”: eh sì, il pensiero correva per forza a lei. Bravi a ricordarla. Pubblicità.

  • 23.25

    Ultimi sprazzi: siamo nel segmento Facciamo che io ero Ancora un po’. Sui saluti finali arriva De Luigi ma col grande librone del ringraziamentoni dei finaloni dei programmoni Rai. “Ho Magalli che ringrazia la Volpe… magari in fascia protetta non si può”. Buona.

  • 23.27

    E così, senza smancerie si va in sigla con estratti delle prove e dei tagli.

  • 23.28

    “Mi dici una cosa da libanese?”
    “Pijamoce Roma”
    Carino questo scambio, andato a terra in sala montaggio ma fatto rientrare dalla finestra.

Donne protagoniste nell’ultima puntata di Facciamo che io Ero, rivelatosi un Women Show ancor prima di un One Woman Show. Virginia Raffaele dimostra anche in questa ultima puntata tutte le sue capacità – dalla ginnastica alla danza, dal canto alla recitazione, come ovvio – regalando anche questa sera personaggi inediti, come la ‘Gemella’ Kessler.

Ma torna anche uno dei personaggi più ‘controversi’ del suo repertorio, Sandra Milo, parodia che è stata oggetto di furiose polemiche al debutto, lo scorso febbraio, sul palco di Sanremo 2017. Prima la figlia e poi la Milo stessa se la presero per quel carattere tratteggiato come una donna amante dei suoi amori passati (diciamo così) e il caso rimbalzò nei principali contenitori tv. Si cambia registro per questa seconda volta, con un omaggio in bianco e nero dal sapore felliniano improntato a una generale sensazione di decadenza, che gioca col personaggio della ‘svampita’, caro alla carriera della Milo attrice, e innesta quasi ritmi e toni da Ciprì e Maresco. Vedremo come sarà accolta da Sandra Milo e da sua figlia.

Il migliore dei personaggi si conferma Michela Murgia, che per l’ultima puntata ha distrutto Pinocchio di Collodi: resta il testo più strutturato e più divertente, che gioca meno con la maschera e più col contenuto.

Il Dadaumpa di Carla Fracci, le esibizioni di Patty Pravo e Ornella Vanoni (che ormai dichiara il suo amore e la sua stima per la Raffaele), il remix dedicato al “Buonaseraatu'” di Bianca Berlinguer alcuni dei momenti migliori della serata. Debole (come sempre) il Donatella Late Show, ripetitivo (per quanto delizioso nella sostanza) il momento di Saveria Foschi Volante e un po’ sprecato il duetto con Mika. Per loro un complesso, e ottimamente eseguito, duetto di Money makes the world go round, bruciato poi da una pseudo intervista/sketch che definire banale è dir poco. Peccato.

Tecnica e classe nel duetto con Massimo Lopez: la modulazione della voce in tutte le salse, che restano un classico del Trio e di cui la Raffaele ha dato spesso prova col personaggio della centralinista. Ma qui tutto lo sketch, peraltro non breve, richiama le interferenze radio in cui tanto eccelleva Anna Marchesini. Ed è infatti a lei che viene dedicato il pezzo. Non era scontato, chapeau.

Al netto della bravura straordinaria della Raffaele, lo show conferma tutte le sue pecche. Un patchwork che non ingrana mai e si appoggia solo sulla bravura della protagonista, e spesso neanche sui testi, ma sulle sue abilità. E’ uno di quei format perfetti da concentrare in un’ora, per averne sempre voglia e non sentire i momenti morti.

Attendiamo un secondo show firmato Virginia. Intanto vi lasciamo con la ‘triplice’, tra i protagonisti più commentati in second screen della serata.

 

Facciamo che io ero, Diretta ultima puntata

L’ultima puntata dello show di Virginia Raffaele live su TvBlog.

Facciamo che io ero, anticipazioni ultima puntata

Tempo di saluti per Virginia Raffaele che nell’ultima puntata di Facciamo che io ero – in onda domani, mercoledì 7 giugno – ospita Mika, altra rivelazione di Rai 2 in questa stagione tv. Nel ruolo di ‘spalla’ della Raffaele troviamo, come sempre, Fabio De Luigi. E, come sempre, seguiremo la puntata live su TvBlog a partire dalle 21.20.

Facciamo che io ero… | Ospiti ultima puntata

Ultima puntata con un duetto d’eccezione tra Virginia Raffaele e Mika, ospite d’onore della serata.  Nel videopromo che lancia la sua ospitata stasera a casa di Virginia, Mika dice che gli piacerebbe una performance nelle vesti di Gene Kelly o di Fred Astaire, con una Raffaele magari in quelli di Cyd Charisse o Ginger Rogers. Magari si finirà con una gag ispirata alle fiabe Disney, ma poco importa: la coppia è già molto amata dal pubblico tv.

Ospiti anche Patty Pravo, Ornella Vanoni e Carla Fracci. Prevista anche la partecipazione di Massimo Lopez, impegnato in una ‘battle’ di performance vocali con la padrona di casa, mentre lo stilista Renato Balestra sarà protagonista del Donatella Versace Late Show.

Tra le imitazioni della Raffaele, oltre a quelle delle tre ospiti di serata, anche Bianca Berlinguer, Saveria Foschi Volante, Michela Murgia. Ed è attesa anche l’imitazione di Sandra Milo, che tornerebbe così alla ribalta dopo le polemiche sollevate a Sanremo 2017.

Nel cast di Facciamo che io ero, il corpo di ballo coreografato da Laccio e la band diretta dal Maestro Teo Ciavarella.

Facciamo che io ero | Come seguirlo in tv e in live streaming

Facciamo che io ero è andato in onda per 4 settimane dalle 21.20 su Rai 2, con una prima puntata eccezionalmente al giovedì e tutte le altre al mercoledì. E’ possibile seguire il programma in live streaming su Raiplay, dove è poi disponibile integralmente e nelle sue varie clip.

Il programma è prodotto da Rai2 in collaborazione con Ballandi Multimedia; autori Virginia Raffaele e Giovanni Todescan scritto con Marco Terenzi, Dario Tajetta, Simone Di Rosa e Paolo Cananzi con la collaborazione ai testi di Mattia Torre e Daniele Prato; direttore artistico Cristiano D’Alisera, regia di Piergiorgio Camilli.

Facciamo che io ero | Second screen

Si può commentare l’ultima puntata di Facciamo che io ero con il liveblogging di TvBlog alle 21.20. Sui social si ‘appoggia’ alla pagina FB e al profilo Twitter di Rai 2. L’hashtag ufficiale è #FacciamoCheIoEro.


//