• Tv

RaiDue: torna Terapia d’urgenza e riparte dal bacio saffico tra Marina e Ester

Torna Terapia d’urgenza su RaiDue da venerdì 26 giugno in prima serata. La fiction era stata sospesa lo scorso ottobre dopo 8 puntate e dopo che gli ascolti erano stati oltremodo deludenti e riparte dal nono episodio e dal bacio saffico tra Marina e Ester. Scrive blogapuntate su cui è possibile[…]

Torna Terapia d’urgenza su RaiDue da venerdì 26 giugno in prima serata. La fiction era stata sospesa lo scorso ottobre dopo 8 puntate e dopo che gli ascolti erano stati oltremodo deludenti e riparte dal nono episodio e dal bacio saffico tra Marina e Ester.

Scrive blogapuntate su cui è possibile leggere i riassunti delle puntate già andate in onda:

La serie ricomincia dalla nona puntata, dal bacio in ascensore di Ester (Elisabetta Rocchetti) e Marina (Alessia Barela) rimasto in sospeso tra le mille emozioni, dal malore di Laura (Milena Miconi) che preoccupa Valerio (Marco Basile) e Nicola (Sergio Muniz), dalle indecisioni di Giulia (Daniela Scarlatti) e di Malosti (Rodolfo Corsato) e dagli amori giovanili della Gandini (Antonella Fattori), che si diverte con lo specializzando ma deve fermare gli ormoni della figlia per l’altro specializzando, Ettore…

L’esordio della serie fece subito registrare il flop degli ascolti per quello che doveva essere l’E.R all’italiana: il 29 agosto 2008 solo un milione ottocentomila spettatori , per il 10,38% di share, si fermò a guardare i 95 minuti di questa fiction. Eppure la produzione, Rai Fiction e Videomedia Italia, non volle tralasciare alcun particolare, tanto che si decise di girare alcune tra le le scene più importanti con l’ausilio della Croce Rossa di Lomazzo che mise a disposizione una decina di volontari e due autombulanze. Realismo che evidentemente non è bastato a sostenere il gradimento del pubblico.

Ora Raidue ci riprova, con una programmazione, che dovrebbe reggere ogni forma d’urto, in piena estate, quando gli ascolti sono considerati relativi e i colpi di una sconfitta si possono attutire meglio e che traghetti la serie verso la sua naturale conclusione.