• Tv

IN PUNTA DI OCCHI, PER SPIARE NOI STESSI IN VIAGGIO…

In punta di occhi, con tutte le cautele e i pudori del caso, mi permetto di occupare un pò di spazio di Tv Blog (meno del solito però) per ricordare che il 16 giugno su Rai3 alle 23.05 va in onda “Viziati 3- E la Tv creò il mondo”, un mio programma. Faccia tosta, protervia, abuso di misura? Spero[…]

In punta di occhi, con tutte le cautele e i pudori del caso, mi permetto di occupare un pò di spazio di Tv Blog (meno del solito però) per ricordare che il 16 giugno su Rai3 alle 23.05 va in onda “Viziati 3- E la Tv creò il mondo”, un mio programma. Faccia tosta, protervia, abuso di misura? Spero che queste righe smontino le domande e ne suggeriscano altre sulle caratteristiche e la qualità del mio nuovo racconto a puntate. Ripeto che il mio vuole essere appena un sussurro in mezzo alla congestione delle tv. C”è una televisione parlata che somiglia al calcio parlato, alla politica parlata, alla cultura parlata, eccetera. Un gran frastuono. Abbassare i toni per ragionare e, se necessario, colpire meglio,dove i bersagli sono più nascosti, più insidiosi.
Sta per arrivare l’estate. Vedremo se ci sarà una pausa nel chiasso, una voglia di viaggiare tra fatti, idee e immagini senza veleni, o senza troppi veleni (un poco di veleno è indispensabile quando si tratta di tv).
Intanto. Propongo di viaggiare voi ed io insieme con “Viziati 3″: dieci puntate che non raccontano solo di viaggiatori, luoghi, turismo e turisti, nomi famosi, attori di varietà e di cinema, scrittori, opinionisti, eccetera; ma raccontano di voi, di noi, e cercano di sbirciare oltre, con il senno di adesso, a quanto abbiamo visto e quanto ci aspetta, a quel che si prepara. Tornare a vedere può diventare un salto in avanti, un viaggio spregiudicato e persino spavaldo, e spero però utile per scoprire qualcosa di molto vicino a ciò che diceva Pier Paolo Pasolini a proposito di un’antropologia che la tv produce senza saperlo. Vedendo la prima serie di “Viziati” il grande scrittore e studioso di Pasolini, Walter Siti – autore di “Troppi paradisi” dedicato al video e ai suoi effetti- ha proprio ricordato Pasolini e mi ha detto anche che il programma sarebbe piaciuto al poeta-regista essendo il ritratto di un’Italia e di un mondo che ogni giorno cambia e che dobbiamo affrontare per capire. Dunque, il 16 in seconda serata, il terzo ritratto E comunque al di là di questo, una speranza: buon divertimento! E grazie.
Italo Moscati

I Video di TvBlog